Gran Premio Città di Misano

Ottima prova di Sara Nestola nell'edizione 2023 del Gran Premio Città di Misano, al maschile vince Jaafari Badr

Foto di Organizzatori


In una mattinata di pioggia fredda e ventosa, due giovani stelle hanno illuminato l’autodromo Misano World Circuit Marco Simoncelli, in uno dei diecimila metri più veloci d’Italia. Infatti nonostante le pessime condizioni, e di conseguenza anche il grip sull’asfalto, Jaafari Badr (Casone Noceto), e soprattutto Sara Nestola (Calcestruzzi Corradini Excelsior) sono riusciti a sfoderare prestazioni mostre, che fanno ben sperare nel prosieguo della stagione. La reggiana in maniera particolare si è migliorata nella specialità, polverizzando il suo personale della vittoria 2022 (35’04”), fermando le lancette a 33’34”, nuovo record della gara e paragonando la graduatoria Nazionale del 2022 si piazzerebbe in quinta posizione.


Un bel salto in avanti per l’allieva di Stefano Baldini, che era presente ai paddock per sostenerla (ma anche Federico Rondoni, quarto in 30’57” e Fabio Lusuardi ottavo in 31’25”, tutti 2001-2002), che la proietta verso gli Europei Under 23 all’aperto con buone prospettive. “Ho avuto molto freddo - ha commentato all’arrivo sorridente - ma stranamente sentivo buone sensazioni durante la gara, ed il feeling con questo percorso in autodromo è alto. Tutto ciò mi ha permesso di raggiungere questo sbalorditivo crono, che conferma il mio buono stato di forma.”


I CALENDARI DEL 2023: MARATONE - MEZZE MARATONE - ULTRA - GARE INTERNAZIONALI

I RANKING DI MARATHONWORLD.IT: MARATONA - MEZZA

ISCRIVITI AI NOSTRI SERVIZI GRATUITI: WHATSAPP - NEWSLETTER



Foto di Organizzatori
 

Anche il 24enne lombardo ha inscenato la fuga fin dal via, incurante del margine di vantaggio crescente e si è potuto giovare dei numerosi doppiati (la prova è su 3 giri), che lo sostenevano al passaggio. Alla fine, pur non soddisfatto del tempo, è sfrecciato sul traguardo in 29’39”, che è pur sempre l’ottavo miglior tempo della gara allestita da Misano Team Podismo, nell’ambito degli “Open Games”, indetti dalla proprietà dell’autodromo e dal Comune di Misano. “Speravo in un crono migliore - ha dichiarato l’italo-marocchino alle premiazioni - e magari anche di attaccare il record di 29’01” siglato 12 mesi dal mio compagno Chelimo. Forse in condizioni migliori ci sarei riuscito, ma conto di tornare qui in Romagna, perché mi son trovato bene e gareggiare sull’anello dove sfrecciano le Moto Gp, di cui sono appassionato, mi dato una gran carica.”


Migliora di una posizione Francesco Carrera, ma con un crono più lento (30’33”), ma precede l’azzurro Marouan Razine (30’56”), finalmente tornato competitivo, dopo i tanti infortuni. Sul podio femminile sono salite anche Giulia Vettor (35’44”) e Marina Giotto (37’06”, p.b.). Michele Cacaci (31’29”), che ha contribuito alla vittoria della classifica societaria a punti della Dinamo Sport, e Sarah Fesani (37’46”), davanti alla junior Sara Crociani (37’56”) sono i primi romagnoli. In totale hanno concluso 636 agonisti, e tutti hanno voluto ricordare il popolo ucraino, ad un anno dall’inizio dell’invasione russa, sostenendo raccolta fondi a favore dell’accoglienza che sta organizzando Vasyl Matviychuk, nei confronti dei profughi.


Risultati completi nel link sottostante


I RISULTATI COMPLETI