Glory Trail

In 200 pronti a sfidare i Sentieri della Grande Guerra, il 90% degli iscritti da fuori provincia di Belluno

Sono in 200 pronti a sfidarsi lungo i sentieri della Grande Guerra da Alano di Piave con arrivo a Rasai di Seren del Grappa, toccando Cima Grappa per dare vita alla 2.edizione della GLORY TRAIL, la corsa in montagna nella Storia.  La curiosità è che il 90% degli iscritti arriva da fuori provincia di Belluno, molti da Treviso, ma sono 12 LE PROVINCE ITALIANE rappresentate con runners che arriveranno ad Alano di Piave da Pisa, Urbino, Firenze, Milano, Firenze oltre che da tutto il Triveneto.

Una seconda edizione che si presenta con DUE MODIFICHE DEL PERCORSO nel tratto iniziale e in quello finale. Si partirà dalla piazza principale di Alano di Piave e si salirà lungo la strada della Costa e poi sul sentiero Cai 840 dedicato al compianto Orazio Piccolotto per poi riallacciarsi al vecchio tracciato che percorre i sentieri che affiancano le trincee del Monte Palon, le Meatte con i suoi suggestivi tagli di roccia, Pian de la Bala, il passaggio a Cima Grappa e poi tutto il versante verso Seren del Grappa dal Forcelletto alle Bocchette, Croce dei Lebi, Valpore, Fontana Secca, Monte d’Avien, Pian de Giaccon  e giù verso gli impianti sportivi di Rasai di Seren del Grappa dove quest’anno sarà posizionato l’arrivo (l’altra novità di quest’anno).

Modificato anche il punto individuato per la zona cambio della staffetta che non sarà più a Cima Grappa ma un po’ più avanti, in ZONA FORCELLETTO dove è posto anche il ristoro e il cancello orario che dovranno rispettare i partecipanti individuali per rimanere in gara.

RICCO IL MONTEPREMI che prevede un assegno di 200€ per i due vincitori individuali assoluti e per la prima staffetta al traguardo. Premi in denaro a decrescere e poi molti premi in materiale firmato Tecnica e Karpos per tutti gli altri.

Rivisti i RISTORI lungo il percorso, quest’anno saranno cinque e saranno dislocati:  sul Monte Palon, a Pian de la Bala, Al Forcelletto, in zona stalle di Fontana Secca e a Pian de Giaccon. Oltre al ristoro finale all’arrivo in cui oltre all’acqua e alle bevande ci sarà ad attendere i partecipanti la Birra Pedavena.

 


Sono ben 9 I PUNTI PER SEGUIRE LA GARA facilmente raggiungibili in auto e a piedi: le trincee del monte Palon, la Vedetta in zona Le Mandrie, Pian de la Bala, Cima Grappa, il Forcelletto, le Bocchette, stalle di Fontana Secca, Pian de Giaccon, San Siro in Val di Seren.

Sono felice per questa seconda edizione della Glory Trail – commenta il sindaco di Seren del Grappa, Dario SCOPELè una manifestazione importante che valorizza e fa esprimere le caratteristiche del nostro territorio sia da un punto di vista ambientale che storico attraverso lo sport. Una manifestazione che, come dimostrano i dati, è molto importante anche dal punto di vista turistico perché ci consente di far conoscere il territorio anche oltre i nostri confini regionali”.

“Quest’anno abbiamo fatto alcune modifiche in partenza e arrivo che ci consentono di avere una logistica migliore e limitare i disagi e i trasferimenti ai partecipanti – spiega il presidente dell’associazione organizzatrice la Dolomiti Psg, Ivan PIOL – Il percorso resta affascinante per il suo stretto legame con la Storia e spettacolare per i posti che attraversiamo consentendo ai partecipanti di riscoprire un Monte Grappa inedito e suggestivo. Certo va detto che la nascita di molte competizioni simili e concomitanti toglie risorse a tutti e rende non facile organizzare un evento del genere riuscendo a far quadrare i conti. Il nostro obiettivo resta far passare a tutti una bella giornata di sport e promuovere il nostro bellissimo territorio soprattutto fuori provincia. E direi che un primo obiettivo lo abbiamo già centrato se il 90% dei partecipanti fino a oggi iscritti arrivano da fuori provincia di Belluno”.

“E’ già passato un anno, per noi è volato, ma per loro, i nostri soldati, sicuramente non sarà passato così in fretta – commenta Angelo ZANCANER, vicesindaco di Alano di Piave - Noi siamo nuovamente pronti per la seconda edizione della Glory Trail dal Piave al Grappa, loro invece non più di 100 anni fa erano lassù tra le nostre montagne "Palon, Vedetta, Grappa, Col de l'Orso, Solarolo, Fontana Secca, Valderoa a lottare e combattere. Tutte località che i concorrenti toccheranno durante la gara di sabato. Io li invito a pensare e riflettere su questo. Proprio lì dove passeranno crrendo, i soldati 100 anni fa combattevano la 1. Guerra Mondiale in difesa della pace di cui noi oggi beneficiamo. Oltre agli spari, le granate dovevano lottare contro il freddo, la neve, il gelo, talvolta senza cibo ed abbigliamento adeguato”.

La Glory Trail è passato ma anche presente. “Ci tengo a ricordare che questa gara è stata pensata e voluta dal G.S.Alano di Piave, al quale il sottoscritto ha sin da subito dato il proprio assenso – continua ZANCANER -  Quest’anno la partenza avverrà dalla Piazza del capoluogo. La prima parte poi passerà per il sentiero intitolato ad Orazio Piccolotto e non a caso ma perché vogliamo ricordare anche un uomo ed un sindaco che per il nostro paese, ed in particolare per le nostre montagne, ha fatto tanto”.