Campionati Europei

Yassine Rachik è medaglia di bronzo nella Marataona degli Europei 2018! vince a sorpresa il belga Koen Naert

E' il soprendente belga Koen Naert (2h09'51" e record dei campionati) il nuovo Campione Europeo di Maratona: a Berlino gara veloce con tutti i favoriti della vigilia da subito protagonisti. Naert succede al nostro Daniele Meucci, vincitore 4 anni fa a Zurigo. Sul terzo gradino del podio uno straordinaro Yassine Rachik, alla vigilia il meno accreditato tra gli azzurri, che dopo una gara coraggiosissima abbatterà il suo primato personale cogliendo un insperato risultato che trascinerà l'Italia alla medaglia d'oro nella classifica a squadre.
 
Dopo il via, dato alle ore 10 in punto, primi chilometri decisamente confusi con molti outsider che provano ad andarsene e sorprendere il gruppo. Tuttavia nessuno di loro riuscirà in questo intento, fa invece da subito sul serio Sondre Moen che dopo il 5°km (15'20") si mette in testa a tirare scremando notevolmente il drappello di testa, che vedeva la presenza dei nostri La Rosa, Faniel e Rachik.
 
 
 
 
 
Un primo colpo di scena poco prima della Mezza (1h05'54") con lo svizzero Tadesse Abrahm che accelera prepotentemente provocando il frazionamento del gruppo di testa: rimane nel primo Yassine Rachik mentre sono nel secondo La Rosa e Faniel che corrono spalla a spalla con Moen. Lo stesso Moen prima del 25mo chilometro cambierà ritmo andando a riprendere i battistrada e portandosi dietro anche i nostri azzurri, il primatista europeo tuttavia mostrerà tutte le sue difficoltà staccandosi di nuovo.
 
La crisi di Moen, che poco dopo si ritirerà, darà speranze a molti tanto che lo svizzero Abraham ed il belga Naert imprimeranno una forte accelerazione portandosi dietro il nostro Yassine Rachik. A 10km dalla conclusione il meno quotato dei 3 azzurri sarà in piena lizza per le medaglie.
 
Tra il 30mo ed il 35mo il 29enne Koen Naert, alla quarta 42.195km in carriera e con un PB fino ad oggi di 2h10'16", dimostrerà tutta la sua superiorità odierna scappando via senza dare speranze di recupero agli altri. Dietro Rachik lascerà andare via Abraham mettendo al sicuro il bronzo complice la crisi dell'olandese Nageeye che dopo aver provato la rimonta si fermerà. 
 
Alla fine il belga vincerà con un grandissimo 2h09'51" davanti a Tadesse Abraham (2h11'24" ) ed al 25enne Yassine Rachik che in 2h12'09" abbatterà il suo primato. Ottimo quinto posto per Eyob Faniel (2h12'43") mentre Stefano La Rosa è 12mo (2h15'57"). Italia che domina la classifica a squadre davanti alla Spagna.

12/08/2018
Calendario Maratone


Trento Half Marathon
I test di MarathonWorld.it
SportDaily.it
Immagine MarathonWorld.it