City Trail

Terza edizione della gara podistica nel centro di Arezzo, oltre 200 gli atleti in gara. Vincono, come nel 2022, Mori e Mattesini

Foto di Organizzatori


Una location diversa ma lo stesso grande obiettivo di ogni edizione: sensibilizzare attraverso lo sport alla lotta contro la violenza di genere. E alla parità dei diritti, la cancellazione di ogni forma di pregiudizio culturale, barriera, disparità nel lavoro e nella società.

Organizzata come ogni anno in occasione della Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza sulle Donne, la “City Trail”-3° edizione è promossa da “Zero Spreco” di Aisa Impianti s.p.a, ToscanABILE APS, Comune di Arezzo e CSI e organizzata dall’Unione Polisportiva Policiano.


Con partenza quest’anno dal Centro Sportivo Italiano, nei pressi di piazza San Domenico, e non in piazza San Michele a causa dei Mercatini di Natale, l’evento sportivo ha visto la partecipazione di oltre 200 atleti e partecipanti da tutto il centro Italia che per l’occasione hanno ricevuto la maglia “NON RESTIAMO INDIFFERENTI”.


La passeggiata non competitiva, lunga 3,5 km e la gara competitiva di 7,5 km con doppio punteggio per aggiudicarsi il 31°Grand Prix - Atleta dell’anno, con partenza e arrivo in via del Balilla, ha traversato gli angoli più suggestivi del centro storico: porta San Lorentino, Piazza Sant’Agostino, Via Fra le Torri, Via Mazzini, Piazza della Fioraia, Via del Saracino, Piazza del Murello e San Domenico.


La parte competitiva ha visto , dopo ripetuti attacchi nel percorso saliscendi di questa edizione, la vittoria di Lorenzo Mori della Polisportiva Policiano che in volata ha battuto il compagno di squadra Michele Pastorini mentre al 3° posto più staccato Giovanni Scatizzi dell’atletica Sestini e Evgenii Krivosheew del Policiano.


Tris della Polisportiva Policiano nel settore Femminile con Valentina Mattesini che la spunta su Giulia Sadocchi e Noemi Trippi , infine nella classifica di società la U.P.Policiano vince sulla Subbiano Marathon.

Con la gara di oggi si chiude il Grand Prix 2023 con la vittoria di Francesco Vannuccini in campo Maschile e Valentina Mattesini in quello Femminile.

Una riflessiione sulla manifestazione di oggi:


"In Italia il 36,6% delle donne con disabilità subisce molestie e violenze rispetto al 31,5% delle donne senza alcuna disabilità- ha detto Salvatore Mauro, presidente di ToscanABILE APS. Molto spesso le subiscono inconsapevolmente e sul tema c'è purtroppo molta omertà, visto che la maggior parte delle violenze viene attuata tra le mura domestiche o in strutture accreditate preposte alla loro tutela”.


“Con questa gara speciale uniamo una volta di più lo sport all’impegno sociale e lo sport è un mezzo potentissimo- ha detto Fabio Sinatti dell’Unione Polisportiva Policiano. In collaborazione con “Zero Spreco” di Aisa Impianti e le associazioni del territorio, ogni anno diamo il nostro contributo per sensibilizzare alla lotta contro un fenomeno grave e urgente non solo nel nostro paese, quello della violenza sulle donne”.