Oxyburn

La recensione delle Run EvoBright, Charger, Stronger e Y-Ear di Oxyburn

MarathonWorld ha testato le ultime novità di Oxyburn, azienda italiana con sede in provincia di Brescia e che da ormai molti anni distribuisce sul mercato alcuni tra i migliori prodotti Compression sul mercato adatti a running e non solo. 

Oxyburn mantiene inoltre un profilo Eco Friendly grazie ad un ampio impianto fotovoltaico che in fase di produzione riduce notevolmente l'emissione di anidride carbonica mentre in fase di spedizione i pacchetti sono realizzati interamente con materiali riciclabili.

Ma perchè usare prodotti a compressione? questo genere di prodotto va a comprimere in modo graduale il distretto muscolare interessato, nel caso del nostro test i muscoli della gamba e del braccio, favorendo il ritorno sanguigno dei distretti più superficiali verso il cuore.

Questo accompagnamento del flusso fa si che il sangue ormai privo di nutrienti ma ricco di scorie sia smaltito più velocemente del solito con un ovvio beneficio sia dal punto di vista della prestazione, con una maggior velocità nella riossigenazione, sia dal punto di vista del recupero, con uno smaltimento delle tossine più rapido.


Molti sono gli studi effettuati negli ultimi anni dove si evince che la tecnologia a compressione porta indubbi benefici sopratutto nella fase di recupero.

Chiunque abbia provato questi capi si sarà accorto che il giorno dopo un allenamento intenso od una gara il distretto che era stato "compresso" risultava decisamente meno indolensito rispetto al solito.

Nel nostro test abbiamo provato gli ultimi prodotti lanciati sul mercato da Oxyburn che presentavano gradi di compressione prevalentemente di tipo II, ovvero una compressione graduale attiva non troppo estrema e che quindi a differenza di quella dell'ultimo livello non influirà sulla comodità.


Tutti i quattro prodotti testati sono dotati di un look davvero energico che sicuramente si farà notare durante le vostre uscite.

A nostro parere questi prodotti possono essere utili anche per un secondo scopo: andando a coprire ampi distretti corporei ma lasciando libere le articolazioni principali i prodotti Oxyburn possono essere usati nelle giornate più fredde come un capo invernale sostitutivo. Per esempio abbinando le calze a compressione a dei pantaloncini corti avremo l'intera gamba "al caldo" ma con l'articolazione del ginocchio libera e per questo a livello sportivo più performante. Naturalmente i materiali usati si rendono adatti all'uso in tutte le stagioni.



Foto di MarathonWorld.it

Foto di MarathonWorld.it

Run EvoBright

E' il prodotto "di cartello" del nostro test: un calzettone a compressione che terrà comodissimo il piede per poi andare ad agire sul polpaccio. Oxyburn in questo prodotto inserisce numerose tecnologie con alcune davvero degne di nota: grazie al No-Stress Cuff-System il bordo superiore non andrà a spingere ancora di più come succede nelle normali calze ma continuerà la compressione graduata garantendo però un supporto maggiore rispetto alle restanti porzioni al fine di non far verificare lo scivolamento verso il basso del prodotto durante le fasi di corsa.


Il Fitting Sign riguarda invece la grafica del prodotto sulla quale saranno stampati, o meglio cuciti, dei veri e propri indicatori anatomici in modo da indossare perfettamente al punto giusto la Run EvoBright.


Posteriormente troveremo invece il piatto forte di questa calza, ovvero il Dry Fas Tex che rappresenterà la porzione comprimente principale: questa particolare maglia in trama a forma di diamante aumenta la superfice di aerazione andando a favorire la traspirazione verso l’esterno dell’umidità e del calore generati dall’attività fisica con un efficace aumento del comfort durante l’utilizzo dell’indumento.


Si andrà a creare una vera e propria seconda pelle che aderirà alla perfezione al polpaccio comprimendolo ma allo stesso tempo lasciandolo asciutto.



Charger - Anche in questo caso parliamo di secondo grado di compressione per un prodotto dalla funzionalità piuttosto simile al precedente ma con una differenza rilevante. Il Charger avrà una compressione estremamente localizzata sul polpaccio in quanto sarà privo della porzione inferiore dedicata al piede; a differenza del Run EvoBright si avrà quindi anche l'articolazione della caviglia libera.

Anche in questo caso le linee di stampa ci aiuteranno in fase di posizionamento con la compressione che, come del resto in tutti gli altri capi, sarà si focalizzata poteriormente ma anche i muscoli anteriori, come per esempio il peroneo, coinvolti nel processo.


Stronger - Andiamo a parlare di un prodotto spesso sconosciuto o snobbato dai runners ma a nostro parere davvero utile.

Il manicotto Stronger, livello di compressione I, andrà a coprire braccio ed avambraccio dal polso fino alla spalla.

Questo capo, vista la compressione light, risulterà davvero comodo ed aderente rispecchiando al meglio il concetto di "seconda pelle". Una volta indossato ci si scorderà dopo pochissimi minuti della sua presenza con la sua conformazione che a nostro parere risulterà essere fondamentale nei mesi invernali: lo stronger (abbinato naturalmente ad una maglietta), oltre ad applicare una leggera pressione con valori decrescenti dalle estremità del corpo verso il cuore, potrà sostituire le pesanti maglie invernali garantendo protezione dalle intemperie e lasciandovi allo stesso tempo molto più liberi nei movimenti.


Y-Ear - In abbinamento ai precedenti prodotti abbiamo avuto modo di provare anche l'ultimissima novità di Oxyburn.

Si tratta della fascia invernale realizzata in tessuto ultraleggero ed ultratraspirante. Nei punti "cruciali", ovvero lateralmente e posteriormente, il tessuto una volta indossato, e quindi "stirato", lascia ampi spazi traspiranti evitando sensazioni sgradevoli, ad esempio prurito, che spesso si verificano in questo genere di prodotto che è solito lavorare in condizioni davvero difficili con un ambiente esterno freddo ed uno interno, la testa, che con l'attività diventa molto calda.

Anteriormente avremo stampato in grandi dimensioni il logo Oxyburn in materiale riflettente cosi da rendervi più visibili nelle ore più buie, in ogni caso i colori sgargianti della linea non vi renderanno di certo invisibili!

In conclusione possiamo confermare la bontà dei prodotti, peraltro testati con estrema soddisfazione anche in attività collaterali come MTB e Trekking, rimandandovi all'ampissimo catalogo dell'azienda che offre innumerevoli soluzioni in grado di soddisfare, per abitudini o preferenze, un pò tutto il panorama degli sportivi.