Val Bregaglia Half Trail

Il Val Bregaglia Half Trail chiude il lungo week end dedicato al mountain running e incorona l’azzurro Luca del Pero e Philares Kisang

Foto di Marco Gulberti


È partita stamattina da Promontogno (CH) a 836 metri s.l.m e si è svolta seguendo finalmente il tracciato originario con circa 1000 mt D+ interrotto anni fa tra incendi e frane, la settima edizione del Val Bregaglia Half Trail con un paesaggio tra i più suggestivi della catena alpina al confine tra Svizzera e Italia sopra il lago di Como, una linea solamente politica a segnare un territorio unito dalla conformazione geologica della valle e dalla medesima voglia di correre in montagna sugli stessi sentieri.

 

Il via alla linea di partenza alle 9.30 è puntuale e lancia la gara che vede fin dall’inizio in testa gli atleti favoriti sia per la categoria maschile che per quella femminile. Il podio lo porta a casa l’azzurro Luca Del Pero (Sky Lario Runners), stupefacente a Innsbruck e con un’estate di competizioni alle spalle sempre positive, che all’arrivo in centro a Chiavenna si conclama vincitore in 1h 39’ 22”. Alla prima volta qui in Val Bregaglia su questo tracciato, l’atleta brianzolo ha corso poco avanti al keniota Kirui fino a Soglio (CH), per poi prendere, subito dopo il caratteristico borgo svizzero, il suo ritmo deciso e costante e staccarlo senza mai guardarsi indietro fino alla fine. Thimoty Kirui della Run2gether arriverà alla linea del traguardo ben 3’ e 38” dopo di lui con 1h 43’ 50”, pur essendo l’up and down decisamente consono alle sue caratteristiche fisiche rispetto al vertical. Terzo posto per il padrone di casa Erik Panatti del Team KV Amici Madonna della Neve, società organizzatrice delle due gare del week end, con 1h 45’ 16”.


 


Foto di Marco Gulberti

Al femminile la pantera keniana Philaries Kisang della Run2Gether bissa il risultato e dopo il primo posto di ieri al KV Chiavenna-Lagùnc, si prende l’oro anche al Val Bregaglia Half Trail e domina dall’inizio alla fine chiudendo in 1h 54’ 16”. Costante, positiva e sorridente come sempre, la valtellinese Alice Gaggi de La Recastello Radici Group non demorde e con un’azione continua e decisa, che la mantiene quasi per tutta la gara a poco meno di un minuto di distanza dalla Philaries, entra velocissima in Chiavenna fino quasi a prendere l’avversaria, per chiudere con soli 15 secondi di distacco in 1h 54’ 31”. Argento per la giapponese Yuri Yoshizumi, campionessa di ultratrail e skyrunning di livello internazionale al suo primo podio a Chiavenna.

 

La combinata tra le due gare mette sul podio maschile lo stesso terzetto del KV Val Bregaglia Half Trail nel medesimo ordine di arrivo, mentre il podio femminile vede prima ovviamente Philaries Kisang, seconda Yuri Yoshizumi e terza Cristina Patti del Team KV Amici Madonna della Neve.

 

Tutti i risultati qui