Il Caso

Incredibile scorrettezza della nazionale spagnola ai Campionati Europei di Cross, rischio squalifica?

Andy Vernon, bronzo ai recenti Campionati Europei di Cross di Belgrado e primo europeo di nascita dietro ai naturalizzati Bezabeh e Kemboi, è un fiume in piena su Twitter nelle ultime ore, il motivo? la nazionale spagnola, che oltre ad essersi portata a casa l'oro individuale ha vinto anche la classifica a squadre, si è resa protagonista di una scorrettezza, grave se si considerano le concitate fasi di partenza in una gara di cross, che ha visto ben 3 atleti su 6 partire nel piu agevole lato esterno e non nel loro box di partenza.

Come si può vedere dalla foto di Giancarlo Colombo della Fidal solamente 3 atleti spagnoli erano presenti all'interno della "gabbia di partenza" posta proprio accanto a quella britannica di Vernon, con gli altri che si trovavano in condizioni ben piu agevoli in box semi-liberi nella parte destra della foto.

Vernon nei suoi Tweet non chiede direttamente la squalifica della Spagna ma invoca chiarezza: la regola 305.2 della Federazione Europea per quanto riguarda le corse campestri dice infatti che ogni squadra deve sistemarsi con i suoi 6 atleti nel box assegnato, secondo la classifica a squadre dell'edizione precedente, e che il delegato tecnico per motivi straordinari può decidere diversamente. Secondo Vernon gli atleti spagnoli hanno deciso in autonomia di cambiare box e, aggiungiamo noi, è improbabile che se il delegato tecnico avesse preso questa strana decisione (perchè solo la Spagna?, quali sarebbero i motivi?) avrebbe sistemato i tre atleti spagnoli addirittura in tre box diversi. Neanche il regolamento internazionale nei suoi 302 possibili casi di sanzione va incontro a Vernon in quanto questo fatto limite non è citato in alcun modo.

Intanto la Federazione britannica di Atletica dichiara che, preso atto della scorrettezza degli spagnoli, non prenderà provvedimenti in quanto secondo loro, visto il numero esiguo di atleti al via, il vantaggio tratto non avrebbe cambiato gli esiti della gara.




Foto di: Giancarlo Colombo/FIDAL