Resia Rosolina Relay

31 i team in gara nell'edizione 2023 della Resia Rosolina Relay. Si parte all'alba di venerdì 8 settembre: tutti i dettagli

Foto di Organizzatori


Tutto pronto. Domani, venerdì 8 settembre, alle 5 del mattino partirà da Resia, frazione di Curon in Val Venosta, il primo team in gara alla “Resia Rosolina Relay 2023”. La maxistaffetta, evento unico nel panorama del running italiano, svilupperà poi il proprio percorso per 433 chilometri, lungo il corso del secondo fiume italiano per lunghezza, l’Adige, attraversando due regioni (Trentino-Alto Adige e Veneto) e cinque province (Bolzano, Trento, Verona, Venezia e Rovigo), per concludersi sul traguardo di Rosolina Mare, sull’Adriatico a poca distanza dalla foce del Grande Fiume, nella serata di sabato 9 settembre.


AVVENTURA. Sono 31 le squadre che daranno vita alla quarta edizione della manifestazione, ognuna composta da 10 runners, che si daranno il cambio lungo il percorso: a fine gara, ognuno di loro avrà percorso quattro frazioni da 10 chilometri l’una, più o meno l’equivalente della distanza di maratona, ma appunto suddivisa in momenti diversi e con la possibilità di “recuperare” tra un impegno e l’altro. Di fatto, sarà una staffetta senza soluzione di continuità, ispirata alla leggendaria “Hood to Coast” che si svolge in Oregon, ma ricca di suggestioni e richiami legati alla nostra terra, tra strade e sentieri che costeggiano il corso dell’Adige. Particolare importante: il 95% del tracciato della corsa si svolge su piste ciclopedonali e strade chiuse al traffico veicolare, a garanzia della sicurezza dei partecipanti.


CORSA ROSA. Dunque, saranno al via una sessantina di atleti in più rispetto a quelli che hanno dato vita alla scorsa edizione. Agguerritissima la prima squadra di Vicenza Marathon Uan, determinata a chiudere il proprio impegno al di sotto del “muro” delle 30 ore: si tratterebbe del record della manifestazione, dal momento che la formazione romana dei “Senza Paura” un anno fa vinse la gara in 30h57’20”. La società vicentina presenterà al via ben cinque formazioni, una delle quali composta da sole concorrenti femminili. L’altra squadra “in rosa” alla partenza sarà il team Le Lunatike, gruppo eterogeneo che affronterà l’avventura per portare un messaggio di indipendenza e libertà, condito da sano agonismo, con l’obiettivo benefico di raccogliere fondi per Acisjf, associazione che gestisce la Casa di Protezione della Giovane a Verona ospitando donne sole e minorenni, ed impegnandosi per il “Progetto Sostegno Psicologico” rivolto a donne vittime di violenza domestica.


OLTRECONFINE. La “Resia Rosolina Relay”, organizzata da ASD VRM TEAM in collaborazione con ASV Rennerclub VinschgauASD Polisportiva AdigeRUN IT Rovigo, si conferma ormai manifestazione di respiro nazionale, raggiungendo anche gli appassionati di oltreconfine: tra le squadre al via, anche un team proveniente dalla Repubblica Ceca ed uno in arrivo dalla Germania.


VILLAGGIO OLIMPICO. Prima ancora che una corsa, i partecipanti affronteranno una lunga avventura, che ha nel fascino del paesaggio e in un’organizzazione attenta alle regole della sostenibilità le sue carte vincenti. Nel “viaggio” e nel rispetto della natura, infatti, risiedono le peculiarità di una manifestazione che è qualcosa più di una gara: condivisione, spirito di avventura e voglia di fare gruppo. Valori riconosciuti anche dalle istituzioni: la Regione Veneto ha recentemente inserito la kermesse tra i “Grandi Eventi” che meritano sostegno e visibilità. Sarà una festa non solo per gli oltre 300 partecipanti, ma anche per i più di 100 volontari impegnati lungo il percorso. Tutti si ritroveranno a Rosolina nella serata di sabato 9 settembre, e alle 18.30 andrà in scena il “Resia Rosolina Party”, cibo e musica per tutti in piazzale Europa, nell’attesa dei concorrenti. Il centro turistico di Rosolina Mare sarà animato anche dalla festa del Villaggio “Saperi e Sapori”,  realizzato dal Consorzio Turistico del Delta del Po Veneto, che resterà aperto anche alla domenica. E anche l’adiacente “Rosolina Mare Club” diventerà un vero e proprio “villaggio olimpico” dedicato alla corsa: quasi tutti i partecipanti lo hanno scelto come base per attendere con spirito di gruppo le premiazioni, previste nella mattinata di domenica 10 settembre.