Giro al Sas

L’ex primatista mondiale di mezza maratona Kibiwott Kandie vince la 76ma edizione del Giro al Sas davanti a Yeman Crippa

Foto di Daniele Mosna


L’ex primatista mondiale di mezza maratona Kibiwott Kandie ha trionfato solitario nel 76.o Giro al Sas che questa sera ha aperto il Trento Running Festival in attesa della Trento Half Marathon di domani. Il ventisettenne keniano ha sbrogliato la matassa nel corso del nono dei dieci giri di circa mille metri con arrivo in Piazza Duomo, per chiudere la pratica in 28’48 e lasciarsi alle spalle l’acclamato padrone di casa Yeman Crippa (Fiamme Oro, 28’52). Per il pluriprimatista italiano e campione europeo dei 10.000 metri si tratta del primo secondo posto nella gara ospitata dalla “sua Trento”: l’accelerazione di Kandie è stata troppo brusca per l’attuale stato di forma dell’allievo di Massimo Pegoretti riuscito però a gestire al meglio le energie per riuscire prevalere sugli altri keniani Charles Rotich (28”59) ed Alex Korio (28’59) in un Giro al Sas che ha visto protagonisti anche gli altri due azzurri Francesco Guerra (Cs Carabinieri, 29’00) e Yassin Bouih (Fiamme Gialle, 29”09), rispettivamente quinto e settimo intramezzati da Michael Temoi. “Inutile provare ad accelerare ulteriormente – ha poi commentato Crippa – per con l’attuale stato di forma non sarei comunque riuscito a resistere ad un ulteriore allungo di Kandie”


Dopo lo start dato dal primo cittadino Franco Ianeselli, un avvio di gara controllato ha permesso al gruppo degli atleti di procedere compatto per le prime due tornate, quando il plotone si è progressivamente allungato sotto le prime sferzate sferrate da uno spumeggiante Bouih. Il traguardo volante del quinto giro ha animato ulteriormente l’andatura con Rotich a tagliare per primo il traguardo conquistando così il Memorial Fabio Giacomelli in ricordo dell’alpinista trentino scomparso nel gennaio 2010 sul Cerro Torre.


Dopo lo sprint intermedio, il sestetto di testa ha proseguito di buon accordo sino alla metà del penultimo giro, quando Kandie ha rotto gli indugi prendendo subito quella ventina di metri di vantaggio che avrebbe mantenuto fin sul traguardo. Alle sue spalle, non potendo rispondere ad uno strappo così secco, Crippa ha controllato Rotick e Korio per poi allungare a sua volta una volta imboccata la tornata conclusiva e garantirsi così l’arrivo in solitaria per il secondo posto, incitato dal folto FansClub posizionato proprio sulla linea d’arrivo. Per lui, quale primo italiano all’arrivo, anche il memoriale Cosimo Caliandro in memoria del mezzofondista azzurro venuto precocemente a mancare nel 2011 dopo aver trionfato nei Campionati Europei Indoor 2007.


LE PAROLE DEI PROTAGONISTI


Kibiwott Kandie: “Ho capito che il nono giro era il momento adatto per provare l’allungo. Ho accelerato e visto che i miei avversari non hanno saputo rispondere ed allora ho proseguito fino al traguardo. Ci tenevo a fare bene al Giro al Sas: l’atmosfera qui a Trento è stata speciale con un folto pubblico pronto ad applaudire. Sono davvero contento di aver partecipato per la prima volta all’evento. Ora proseguo la rifinitura: tra tre settimane a Valencia proverò a riprendermi il primato mondiale della mezza maratona, anche se so che sarà dura”.


Yeman Crippa: “Diciamocelo, non potevo deludere un pubblico così, tifosi così. La mia condizione non è massimale, dopo l’intensa stagione estiva ma al Giro al Sas mi piace stringere i denti ed inseguire comunque risultati importanti. Per me si tratta della prima volta al secondo posto dopo diversi piazzamenti sul gradino più basso del podio: ero e sono consapevole che oggi Kandie sta meglio di me e che non aveva senso ribattere immediatamente al suo allungo. Avrebbe semplicemente aumentato ulteriormente l’andatura. Allora ho preferito curare gli altri avversari per prendermi la piazza d’onore. Il mio 2024 in fondo parte oggi: la maratona è probabilmente nel mio destino, ma la prossima stagione la giostrerò comunque in base all’andamento dei prossimi mesi, con l’obiettivo inevitabilmente puntato sugli Europei di inizio giugno a Roma e sui Giochi Olimpici di Parigi di inizio agosto, dove mi piacerebbe gareggiare proprio sui 42,195 chilometri”.


Gianni Demadonna, manager e organizzatore: “Mi sento di ringraziare la città di Trento per la risposta che ha dato al nostro evento: l’invito è a scendere in strada anche domani per la Trento Half Marathon che sarà altrettanto spettacolare. L’impegno organizzativo è assolutamente ripagato dalle emozioni e dall’atmosfera che si respira in Piazza Duomo, grazie alle prodezze di Crippa, Kandie e compagni”.


DOMANI LA TRENTO HALF MARATHON

?

Domattina, domenica 1 ottobre, il Trento Running Festival vivrà la seconda giornata con la dodicesima Trento Half Marathon: partenza alle 10 da Piazza Dante, arrivo in Piazza Duomo dopo 21,097 chilometri disegnati nel centro cittadino, a toccare tutti i principali monumenti e punti di valenza storico-culturale della città. Osservato speciale sarà l’etiope Muktar Edris che oggi ha voluto complimentarsi in prima persona con i protagonisti del Giro al Sas, evento da lui vinto cinque volte, incluse le ultime due edizioni. L’ex campione iridato dei 5000 metri vuole provare ad essere il primo ad iscrivere il proprio nome in entrambe le gare di Trento, magari provando a dare una spallata al record del tracciato di 59’49 siglato dodici mesi fa dall’ex campione mondiale di maratona Tamirat Tola. Al femminile, occhi puntati sull’altra etiope Worknesh Debele Degefa, etiope già vincitrice della maratona di Dubai e capace di completare l’half Marathon in 1’06 e spiccioli; domani sarà al rientro dalla doppia maternità. La connazionale Etenesh Diro dopo un’eccellente carriera nei 3000 siepi (finalista olimpica e mondiale, plurivincitrice in Diamond League) tornerà a misurarsi a sua volta nella mezza maratona insieme alle keniane Cherop, Crerotich e Mutua. Tra gli italiani in gara si segnala la presenza di Nekagenet Crippa (Esercito), fratello maggiore di Yeman e di Ahmed El Mazoury (La Recastello RadiciGroup). Al via sono attesi oltre 900 podisti mentre altri 300 saranno impegnati nella TRENTO 10K (partenza alle 10:10). Il programma di giornata è completato dalla popolare Happy Family Run che invita sulle vie del centro storico tutta la cittadinanza per affrontare a passo libero il tracciato speciale di 5 chilometri.