Le Coq Sportif

La recensione delle Le Coq Sportif R2024, scarpa che sancisce il ritorno del brand francese nel mondo del running in vista delle Olimpiadi di Parigi

Foto di MarathonWorld.it


MarathonWorld.it ha provato in esclusiva le R2024, la scarpa che sancisce il ritorno di Le Coq Sportif nel mondo del running. Il nome è inequivocabile, si va a celebrare il 2024, anno in cui la Francia, e Parigi, tornerà ad organizzare i Giochi Olimpici e Paralimpici. Nonostante ciò, non è assolutamente una scarpa improvvisata e promozionale, queste R2024 si sono dimostrate davvero ottime sopratutto sulle brevi distanze, e nella prova in corsa scopriremo il perchè.


Modello inserito dal brand francese nella linea performance, e quindi adatta a gare ed allenamenti veloci. Le Coq Sportif la indica ideale su gare di 10km.


Come sempre, per scoprire al meglio tutti i dettagli della scarpa e vederla "in azione sul campo", vi suggeriamo di guardare la videorecensione presente sul nostro canale YouTube ed in questa pagina.





Foto di MarathonWorld.it

Foto di MarathonWorld.it
 


Tre le tecnologie che vanno a caratterizzare le Le Coq Sportif R2024


La R2024 presenta una tomaia monopezzo leggera e resistente grazie alla tecnologia Matryx, tela prodotta in Francia composta da fibre aradimiche e kevlar, leggerezza e grande traspirabilità tipica dei modelli leggeri; la scarpa ha infatti un peso inferiore ai 250 grammi ed offre un drop vicino allo zero


Per l'intersuola ecco la Dynactif 2.0: stiamo parlando di un cuore in EVA nella parte posteriore per aiutare l'ammortizzazione, inserito in un contesto di gomma molto molto reattiva e che dopo qualche chilometro di rodaggio riuscirà ad essere meno rigida di quanto possa sembrare appena uscita dalla scatola. La particolare curvatura dell'intersuola, leggermente rialzata alla sue estremità, riuscirà a darvi ottime soddisfazioni soprattutto nel caso si riesca a correre con appoggio di mesopiede.


Inferiormente troveremo invece un battistrada molto spesso, e quindi resistente all'usura, ricco di scanalature per una presa ottimale dell'asfalto


L'ultima tecnologia in esame è l'Aerotop Evo: linguetta sottilissima ed aerodinamica, la sua forma ad ala la rende moderna e simile alle calzature da gara della concorrenza, e presenta in tutta la sua superfice dei fori che ne aumentano notevolmente la traspirabilità. Al suo interno la linguetta è rivestita di un tessuto anti-frizione in grado di ottimizzare l'aderenza con il collo del piede


Il look è davvero elegante e moderno ma, nonostante la sua collocazione di scarpa "racer", le Coq Sportif inserisce sul tallone una conchiglia molto valida per il supporto al tendine d'Achille.


Le stringhe piatte, ormai tratto distintivo di tutte le scarpe running, e cuscinetti di rinforzo interno che hanno la duplice funzione di stabilizzare il piede ed aumentare il comfort, completano le caratteristiche della R 2024, scarpa che è disponibile non solo nella versione Pure White ma anche nelle varianti con tomaia nera o blu.


Foto di MarathonWorld.it


Le Coq Sportif R2024: la prova in corsa

 

Aderenza al piede davvero davvero eccellente, in questo senso la tomaia prodotta in Francia è garanzia di affidabilità e durata, per una scarpa che nel suo habitat naturale, ovvero ritmi brillanti, ci ha sorpreso: appena uscita dalla scatola l'intersuola appare davvero molto rigida, tanto da sollevare qualche perplessità, ma in corsa ciò non si è rivelato vero. Sull'asfalto, complice un ottimo grip dato dai tasselli inseriti nei punti nevralgici di contatto a terra, le R2024 fanno quello che promettono: massima reattività che, complice un peso molto contenuto, vi aiuterà a mantenere una corretta economia di corsa per lunghi periodi, riuscendo quindi a garantire ritmi ottimi per ripetute, o comunque allenamenti, su brevi distanze, e gare con chilometraggio ridotto.


Ma a chi sono adatte queste Le Coq Sportif R2024? è la scarpa ideale per tutti i runners, sempre di più in Italia, che competono quasi esclusivamente su distanze più brevi come i 10km, e di conseguenza sono soliti allenarsi si su asfalto, ma con allenamenti molto intensi. Come già detto per altri modelli, la scarpa può essere una valida partner per quelle con la piastra in carbonio: si utilizzeranno queste, con schiuma tradizionale ma altamente performante, per gli allenamenti di qualità in vista di una maratona ed una mezza, risparmiando la piastra solo per l'evento principale. Da non sottovalutare poi il bellissimo look, che la rende ottima per la vita di tutti i giorni una volta terminata la sua vita sportiva.