Amazfit GTR 2e

Alla scoperta del nuovo smartwatch Amazfit GTR 2e: dal monitoraggio costante della salute alle numerose funzioni per lo sport

Presentato al CES 2021, per la prima volta andato in scena in versione virtuale, l'Amazfit GTR 2e sbarca sul mercato italiano forte di uno schermo da top di gamma, accurate funzioni per il monitoraggio della salute ed un tracciamento delle attività sportive per, addirittura, 90 diverse discipline.

Fondata nel settembre 2015, Amazfit è un marchio di proprietà di Huami Technology, che offre sette diverse serie di smartwatch: Stratos, Basic, Flagship, Health, Outdoor, X e la serie Fashion di cui il GTR 2e fa parte.

Per scoprire tutte le funzionalità nel dettaglio e vedere le varie schermate, vi consigliamo di visualizzare la videorecensione presente sul nostro canale Youtube ed inserita al termine di questa pagina.



IL DISPOSITIVO

Lo schermo è uno dei punti di forza del dispositivo che presenta un display Amoled HD da 1.39 pollici con un design senza bordi e schermo leggermente curvo per una visione ottimale da tutte le angolature.

Il corpo è in acciaio inossidabile con rivestimento in modernissimo oDLC antigraffio.

L'effetto è strabiliante con colori e grafica da top di gamma che vi faranno leggere ogni informazione in modo immediato.

Sempre parlando di grafica, questo Amazfit mostrerà dei bellissimi badge, graficamente fatti molto bene, ogni volta che si raggiungerà un obbiettivo giornaliero, sia a livello sportivo che per quanto riguarda il monitoraggio della salute.


Un altro dettaglio che merita una menzione è il touchscreen: durante il nostro test, avvenuto in periodo invernale, abbiamo infatti provato a navigare nei vari menù dedicati all'allenamento durante la corsa e, con grande sorpresa, abbiamo verificato l'ottima risposta del dispositivo che si faceva controllare anche indossando dei normali guanti tecnici sportivi; dalla nostra esperienza mai ci era capitato di trovare uno smartwatch sensibile anche in condizioni limite.

Rispetto alla precedente versione, questo GTR 2e si presenta decisamente più sportivo con cinturino in silicone, disponibile nelle varianti Slate Grey, Obsidian Black e Matcha Green, e possibilità di personalizzare il quadrante principale (anche senza il bisogno di ricorrere all'App) in oltre 50 diverse varianti.

Presente inoltre la funzionalità "always-on", che permette all'utente di fissare sullo schermo l'orario anche in condizione di stand-by.

Sul lato destro presenti due tasti fisici: con uno si potrà accedere e scegliere tra tutte le funzioni presenti, l'altro servirà invece da accesso rapido alla sezione allenamento.

Una delle grandi novità di questa versione è l'inserimento di una batteria decisamente più performante rispetto al passato che permette un'autonomia fino a 2 settimane con un utilizzo mediamente intenso come quello di uno sportivo, durata che può arrivare fino a 45 giorni con settaggi minimi.

Un evidente passo avanti se consideriamo che molti utenti lamentavano la scarsa durata della batteria, che superava di poco i 2 giorni, per il vecchio modello.

Infine, da notare un'estrema chiarezza in tutto ciò che il dispositivo va a monitorare: a margine di ogni schermata è presente il tasto "i", relativo alle informazioni, che, se cliccato, da una spiegazione accurata e completa delle modalità di funzionamento di tale sezione.



MONITORAGGIO DELLA SALUTE

Da sempre Amazfit mette al centro dei suoi dispositivi un accurato monitoraggio della salute con i più avanzati sensori ed algoritmi presenti sul mercato: sul GTR 2e è naturalmente presente il monitoraggio continuo della frequenza cardiaca con la possibilità di impostare un alert qualora si superi una soglia di sicurezza (alert che sarà automaticamente disattivato durante l'attività sportiva).

Il sensore ottico a luce verde BioTracker 2 PPG sviluppato da Huami fornisce inoltre in tempo reale la "zona" in cui ci troviamo, da "rilassato" a "massima", effettuando non solo misurazioni "su richiesta" ma anche un monitoraggio giornaliero continuo che fornisce, sia sull'App ma anche il tempo reale sullo smartwatch, un interessante grafico (visibile nella videorecensione).

Presente anche il sensore per la rilevazione della saturazione dell'ossigeno nel sangue dalla quale, anche in questo caso, è poi possibile scoprire un grafico riepilogativo.

Tramite lo studio della variabilità cardiaca, Amazfit sarà in grado di stimare il vostro livello di stress, tradotto come "pressione" sul dispositivo: una numerazione che va da 0 a 100 indicherà in quale stato ci troviamo tra "rilassato", "normale", "medio" ed "alto" ricavando le percentuali ed il grafico giornaliero ma anche l'andamento settimanale, che si estende all'intero mese ed anno sull'App.

Molto accurato anche il monitoraggio del sonno, che in questo caso è visibile solo tramite smartphone, capace di rilevare tutte le varie fasi ed associarle al battito cardiaco, presente anche l'interessante funzione beta che valuta il respiro notturno e la possibilità di monitorare anche pisolini a partire di 20', tempo decisamente ottimo in quanto spesso sui dispositivi della concorrenza è necessario un periodo ben più lungo per l'avvio del monitoraggio.


PAI

Un capitolo a parte lo merita il PAI, una funzionalità davvero utile per raggiungere un livello ottimale di fitness ed essere motivati a mantenerlo: il Personal Activity Intelligence combina tutti i dati rilevati dal dispositivo, inclusi quelli relativi all'allenamento, al fine di assegnare un punteggio giornaliero.

Una volta raggiunto il valore di 100, considerato come valore ideale, si dovrà mantenerlo in quanto i punti accumulati "scadono" dopo una settimana; se per esempio lunedì ho totalizzato 20 punti PAI, il lunedì successivo vedrò scalare di 20 il conteggio complessivo e dovrò quindi attivarmi per mantenere, incrementare o limitare tale perdita.

Il PAI non è però da considerarsi come un gioco: alla base di questa funzionalità c'è infatti uno studio scientifico portato avanti dalla Norvegian University of Science and Technology che è durato addirittura oltre 35 anni coinvolgendo oltre 230mila persone, i risultati hanno mostrato che mantenere un livello di PAI sopra il 100 riduce il rischio di morte per cause cardiovascolari ed aumenta l'aspettativa di vita.


ALTRE FUNZIONI

Oltre alle funzioni principali fin qui descritte, l'Amazfit GTR 2e è ricchissimo di molte altre sezioni aggiuntive che completeranno il dispositivo: particolare attenzione la merità il comparto "widget" dove all'interno, oltre a funzioni tradizionali come il trova telefono, il cronometro ed il timer, troveremo delle vere e proprie "chicche" come la bussola, utilissima per gli amanti dell'outdoor, e l'altimetro che, dalla combinazione tra la geolocalizzazione e l'aggancio con il segnale GPS, fornirà l'altidudine, la pressione barometrica e le coordinate esatte del luogo dove ci troviamo. Nel GTR 2e anche il sensore della temperatura.

Presente inoltre la funzione torcia, blocca schermo e non disturbare, l'impostazione della luminosità automatica, la possibilità di impostare sveglie od eventi e l'area attività, da cui sarà possibile rivedere nel dettaglio, direttamente dal GTR 2e, i dati relativi agli ultimi allenamenti, mappa compresa.

Molto accurato anche il meteo, che anche in questo caso sarà realizzato con grafiche davvero invidiabili, in grado di dare un responso non solo per quanto riguarda le condizioni atmosferiche e la temperatura, ma anche con la % di umidità, la possibilità di pioggia, l'orario di alba e tramonto con relativa posizione del sole nell'orario in cui ci troviamo, vento, temperature massime/minime e meteo futuro.

Per quanto riguarda la connettività, questo Amazfit riceve correttamente tutte le notifiche relative alla messaggistica ed a tutte le App alla quali si darà l'autorizzazione, non sarà però possibile rispondere direttamente da dispositivo.

Rispetto alla versione precedente, nel GTR 2e non è presente la memoria interna ma permane la possibilità di controllare il player musicale dello smartphone: se, per esempio, stiamo ascoltando musica sul telefono tramite Spotify (o qualunque altro programma), l'Amazfit riconoscerà automaticamente la musica e darà la possibilità di controllarla.


MONITORAGGIO SPORTIVO

L'Amazfit GTR 2e, che ha una resistenza all'acqua fino ad una profondità di 50mt, è dotato di GPS integrato con capacità di monitorare 90 diverse attività: si va da discipline tradizionali come corsa, ciclismo e nuoto, alle interessanti funzioni per allenamento in circuito e core, fino agli sport da combattimento ed al ballo...come potrete scoprire nel menu sarà presente la quasi totalità delle attività sportive.

L'aggancio al segnale GPS avviene in pochi secondi e, complice l'altissima qualità dello schermo, tutti i dettagli saranno visibili in modo immediato: tempo totale di allenamento, chilometri percorsi, ritmo (sostituito da velocità per ciclismo/Mtb), frequenza cardiaca (con visualizzazione in tempo reale della "zona") ed orario saranno sempre in primo piano mentre effettuando uno swipe verso il basso saranno visibili istantaneamente anche tutti gli altri dettagli, con gli swipe laterali potremmo controllare il player musicale, fermare/mettere in pausa la sessione, o bloccare il display sulla schermata principale dell'allenamento.

Naturalmente scegliendo il monitoraggio di uno sport che non prevede l'associazione con il GPS, si tralasceranno tutti i dati relativi a chilometri e velocità a beneficio dei dati sulla variabilità cardiaca.

Presente anche la funzione auto-tracking, che avvia automaticamente il monitoraggio qualora il dispositivo si accorga dei vostri movimenti, l'esempio più calzante è quello degli spostamenti a piedi che, seppur non tracciati tramite GPS (a meno che non si avvii l'allenamento) saranno rilevati dal dispositivo ed entreranno nel computo per quanto riguarda i dati del monitoraggio della salute.

Le 90 diverse attività, della quale potremo inserirne 8 tra i "preferiti" da scegliere rapidamente, sono raggruppate in sottomenu che comprendono:


Sport al coperto

  • ellittica
  • scale
  • fitness
  • aerobica combinata
  • cross training
  • aerobica
  • calystenics
  • body combat
  • contro resistenza
  • core
  • flexibility
  • HIIT
  • yoga
  • pilates
  • ginnastica
  • stretching

Sport all'aperto

  • arrampicata
  • trekking
  • orienteering
  • arrampicata su roccia
  • peska
  • skate
  • pattinaggio a rotelle
  • parkour
  • tiro con l'arco
  • equitazione

Corsa e Camminata

  • corsa all'aperto
  • camminata
  • tapis roulant
  • trail running
  • marcia

Ciclismo

  • ciclismo all'aperto
  • spinning
  • mountain bike
  • bmx

Ballo

  • quadriglia
  • da sala
  • danza del ventre
  • classica
  • street
  • zumba
  • latino-americana
  • jazz
  • ballo

Nuoto

  • in piscina
  • di fondo

Sport di combattimento

  • boxe
  • wrestling
  • arti marziali
  • thai chi
  • muay thai
  • judo
  • takewondo
  • karate
  • kick
  • scherma

Sport con la palla

  • basket
  • pallavolo
  • beach volley
  • baseball
  • softball
  • tennistavolo
  • badminton
  • squash
  • croquet
  • cricket
  • pallamano
  • bowling

Sport d'acqua

  • vela
  • SUP

Sport invernali

  • sci
  • snowboard
  • discesa libera
  • fondo
  • orientamento
  • biathlon
  • pattinaggio all'aperto e al coperto
  • curling
  • bob
  • slittino

Sport di svago

  • hula hoop
  • frisbee
  • freccette
  • aquilone
  • tiro alla fune
  • shuttle



L'APP ZEPP

L'App d riferimento di Amazfit è Zepp che, una volta scaricata sullo smartphone ed associata al dispositivo, darà modo di rivedere nel dettaglio tutti i dati rilevati e le relative analisi.

Tutte le sezioni sono davvero molto accurate e mostrando dettagli aggiuntivi e approfonditi di tutti i monitoraggi, in special modo per il sonno.

Dalla sezione sport sarà inoltre possibile esportare le tracce GPX dei vostri allenamenti.


LA PROVA IN CORSA

Appena selezionato l'allenamento, la connessione con il segnale GPS avviene in meno di 10" ed una volta selezionato "Go" si entrerà nel vivo della funzione.

Prima però, tramite l'apposito menù, sarà possibile selezionare l'obiettivo da raggiungere nella sessione (chilometri, durata totale o calorie) che vi avviserà con un badge qualora si completi, ma anche selezionare quali notifiche vogliamo ricevere, sia in modo grafico che tramite vibrazione, durante l'esercizio: l'esempio più calzante è l'impostazione del promemoria ogni chilometro in modo da vedere il ritmo dell'ultimo parziale.

Anche in questo caso lo schermo farà la differenza: tutti i dati saranno ben visibili in ogni momento della corsa ed anche la possibilità di vedere in tempo reale la "zona" (basata sui battiti cardiaci) in cui ci si sta allenando risulterà utile in una vasta platea di sportivi.

In definitiva questo Amazfit GTR 2e rappresenta il miglior smartwatch/smartband che fino ad oggi abbiamo recensito su MarathonWorld.it: adatto per il monitoraggio di tutte le nostre attività quotidiane ma anche per tutto ciò che riguarda lo sport con l'aggiunta di funzioni davvero interessanti, tra tutte bussola, altimetro e PAI, che vi renderanno dopo un primo periodo di ambientamento inseparabili da tutte le sue rilevazioni.

Il tutto per un prezzo inferiore ai 130€.




03/02/2021