Padova Marathon

Nuovi percorsi per la 20ma edizione della Maratona di Padova in programma il prossimo 28 aprile

Non sarà un’edizione qualsiasi, quella in cartellone il prossimo 28 aprile. Nata nel 2000, la Padova Marathon si appresta infatti a soffiare sulle sue 20 candeline. E per celebrare la ricorrenza nel migliore dei modi e rendere le gare - maratona e mezza maratona - ancora più accattivanti e… veloci, Assindustria Sport, società organizzatrice, ha riservato importanti novità ai podisti sia nella corsa su strada da 42 chilometri sia - soprattutto - in quella da 21.

Per la prova principale si tratta di un significativo ritocco all’altezza del 23° chilometro, nel tratto fra Abano Terme e Teolo, mentre se ci si sposta sulla mezza non è sbagliato dire che l’evento si rifà letteralmente il look. Si cambia già dal punto di partenza, che sarà posto in via Monteortone ad Abano Terme, per poi dirigersi subito verso il centro di Montegrotto Terme, comune che entra con gioia nella “famiglia” della Padova Marathon. Il ricongiungimento con la gara principale avverrà all’incirca al 30° chilometro, con un innesto fra i due percorsi reso ancora più fluido rispetto alle precedenti edizioni grazie alla variante adottata.

Molte le novità, insomma, ma gli ingredienti principali rimarranno quelli che tanto successo hanno riscosso da quando è stato introdotto il nuovo percorso, a partire dalla suggestiva partenza dallo Stadio Euganeo di Padova, dal coinvolgimento di Rubano, Selvazzano Dentro e Teolo, dal passaggio nel cuore pedonale di Abano Terme, sfilando davanti al Kursaal e allo storico Hotel dell’Orologio e, poi, con il rientro a Padova attraverso la parte più affascinante e storica della città, toccando Piazza dei Signori, Piazza della Frutta, il Caffè Pedrocchi, Palazzo del Bo e la Basilica di Sant’Antonio, luogo simbolo della cristianità, fino all’arrivo nello straordinario scenario offerto da Prato della Valle.

«La Padova Marathon si prepara al meglio per questo compleanno, con il preciso intento di offrire nuovi stimoli agli atleti e mettere ognuno nelle condizioni ideali per esprimersi al massimo. Lo fa accogliendo il Comune di Montegrotto Terme, che ringraziamo per l’entusiasmo con cui ha accettato sin da subito di essere dei nostri. Con le modifiche adottate coinvolgeremo in modo ancora più importante l’area termale, che già nelle ultime edizioni ha saputo conferire all’evento una dimensione più internazionale e più attenta al turismo sportivo, adottando promozioni ad hoc studiate per i maratoneti in grado di offrire la possibilità a chi sceglie il nostro evento di approfittare di un’oasi di benessere, peraltro perfetta per il recupero muscolare del runner e dello sportivo in generale», evidenzia il presidente di Assindustria Sport Leopoldo Destro. «Dal canto nostro, possiamo offrire ulteriore visibilità ai comuni dell’area termale, che si traduce in una preziosa ricaduta per le sue strutture ricettive. A tal proposito, c’è un rilievo statistico relativo all’edizione 2018 che ci inorgoglisce più di altri: sono state 51 le nazioni rappresentate al via, con atleti giunti da Stati Uniti, Francia e Paesi Bassi, ma anche dal Perù, dalla Thailandia, dalla Cina e dal Giappone. Segno che l’evento sta intercettando un interesse sempre più ampio anche all’estero. Quando abbiamo deciso di spostare la manifestazione in un territorio della provincia mai toccato prima, sapevamo che i risultati avrebbero ripagato la scelta e credo che sempre più sarà così».

«Anche quest’anno la Città di Abano Terme, in collaborazione con Assindustria Sport e gli altri comuni del territorio, è al lavoro per la Padova Marathon. 42 chilometri percorsi da migliaia di atleti provenienti da tutta Italia e che vedranno la nostra città protagonista con la partenza della mezza maratona. Per quest’edizione ci saranno diverse novità a partire dal tracciato rinnovato e dalla nuova location scelta per la partenza, maggiormente adatta per l’accoglienza delle migliaia di atleti che ogni anno scelgono questo tipo di percorso», afferma il Sindaco Federico Barbierato, affiancato dall’Assessore allo sport Francesco Pozza. «La nostra Amministrazione continua ad investire energie importanti per portare in città eventi sportivi di livello internazionale, un’occasione per avvicinare ad altre discipline sportive i più giovani ma anche una vetrina importante per tutto il territorio e da questo punto di vista la Padova Marathon è sicuramente uno dei fiori all’occhiello nel calendario degli appuntamenti sportivi in città. Una manifestazione così importante - infine - non sarebbe possibile senza il prezioso contributo dei tanti volontari, dalla protezione civile, all’Associazione Carabinieri, alle società sportive di Abano Terme, che ogni anno rendono possibile tutto questo. A loro va il ringraziamento di tutta la città».

«La Padova Marathon è da sempre una grande festa per la nostra provincia e dal 2016 lo è, in particolare, per il territorio termale. Per questo annunciare l’ingresso di Montegrotto Terme nella grande famiglia della maratona è per me un motivo di profondo orgoglio», aggiunge il Sindaco Riccardo Mortandello, affiancato dall’Assessore allo Sport Pier Luigi Sponton. «Grazie al prezioso supporto delle nostre associazioni e dei tanti volontari presenti nel Comune ci stiamo preparando a vivere una grande giornata di sport e aggregazione, al contempo consapevoli dell’opportunità che abbiamo a disposizione: quella di far conoscere le meraviglie del nostro territorio anche ai tanti podisti in arrivo da altre regioni e da altre nazioni, che avranno modo di apprezzare luoghi ricchi di storia e fascino. Per questo ci stiamo già mobilitando, con entusiasmo e spirito di squadra, anche noi al lavoro per la buona riuscita del più importante evento sportivo della provincia».

Le novità del percorso sono state presentate mercoledì 30 gennaio nel Comune di Abano Terme, presenti, tra gli altri relatori, anche il Consigliere della Provincia di Padova Vincenzo Gottardo e Sabrina Doni, Sindaco di Rubano. E sono davvero numerose le iniziative che coinvolgeranno il territorio nelle settimane precedenti all’evento. In particolare, da marzo, si svolgeranno diversi incontri con i ragazzi delle scuole medie a cui prenderà parte anche l’ex campione azzurro Ruggero Pertile, attuale Direttore tecnico di Assindustria Sport: obiettivo coinvolgerli nell’avvicinamento a un appuntamento che è sempre più una grande festa per il territorio, ma anche far conoscere loro la lunga e affascinante storia di questa disciplina, in modo che possano apprezzarne ancora di più il significato. Padova Marathon e Half Marathon coinvolgeranno ovviamente diverse centinaia di volontari, coordinati dalla Protezione Civile e provenienti anche dalle società sportive del territorio - con in prima fila l’Atletica Vis Abano, storica partner di Assindustria Sport, molto attiva, in particolare, nella gestione della partenza della mezza maratona - e dagli Alpini. Allo studio anche iniziative con le associazioni del commercio, con particolari pacchetti promozionali.


30/01/2019
French Riviera Marathon


Trento Half Marathon
I test di MarathonWorld.it
SportDaily.it
Foto: Organizzatori