Run Rome The Marathon

11.231 finisher sulla distanza di maratona che si conferma l’evento sportivo più partecipato d’Italia. Il 55% dei partecipanti stranieri

Foto di Phototoday


Acea Run Rome The Marathon il giorno dopo. Rimangono le emozioni, i brividi, gli occhi al cielo a ricordare quello spettacolo unico delle Frecce Tricolori per la prima volta a sorvolare migliaia di partecipanti al via della maratona. Rimarranno per sempre gli abbracci al traguardo, gli oltre 40 punti di festa, musica e spettacolo lungo i 42,195km in tutta Roma, le centinaia di migliaia di persone lungo le strade a battere le mani, a tifare, a incitare chi si è messo in gioco, chi non ha avuto paura di non farcela, chi davvero ha sfidato se stesso per andare a conquistare Roma e la sua maratona, fino in fondo. Fino al Colosseo, fino alla medaglia con rappresentato il Colosseo dall’alto. Sì, da sopra, proprio come i magnifici piloti della Pattuglia Acrobatica dell’Aeronautica Militare hanno visto sotto di loro precisamente alle 7:59 pochi secondi prima del via.


FINISHER – 28^ edizione della maratona a Roma che rimarrà nella storia, forse la più bella di sempre, anche se spesso si dice così, ma questa volta è davvero così. I numeri finali di chi ha tagliato il traguardo sui Fori Imperiali sono da grande gara internazionale: il numero complessivo è pari a 28.411 persone.

Nella distanza classica di maratona, dietro ai due vincitori che hanno corso velocissimi battendo entrambi il proprio primato personale, Taoufik Allam in 2h07’43” con 4 minuti di progresso, prima volta per il Marocco nell’albo d’oro di queste 28 edizioni e al femminile la keniana Betty Chepkwony in 2h23'01"che migliora il suo primato personale di circa 7 minuti, si sono classificati ufficialmente in 11.231 atleti, 5140 italiani e ben 6086 stranieri, il 55%, provenienti da 118 nazioni nel mondo.


Prima nazione nella classifica dei finisher è la Francia con 1205 runner che hanno tagliato il traguardo, Regno Unito 867, Spagna 489 e Stati Uniti 469. Ancora da segnalare i 99 dal Brasile, 67 dal Sud Africa, 58 dal Messico, 35 dall’Australia. Come sempre la maratona è un gigantesco portatore sano di pace e fratellanza dei popoli che corrono uniti, vicini e festanti.


Di questi 11.231 finisher ben 2694 sono state donne, pari al 24% e 8537 gli uomini, mentre a disposizione dei runner con la loro generosità e la loro esperienza vi sono stati 175 pacer, 61 dei quali di provenienza estera.

Nella staffetta Acea Run4Rome con 15 organizzazioni solidali aderenti al Charity Program sono state 545 le squadre in classifica con dunque altri 2180 runner. Ancora da aggiungere nel conteggio finale 15mila iscritti della SN4IFUN Run da 5km che ha visto l’epilogo con la grande festa al Circo Massimo insieme a circa 500 amici a quattro zampe della Stracanina.


SOCIAL - A conferma della internazionalità e della grandezza di Acea Run Rome The Marathon vi sono i numeri riscontrati dalle piattaforme social dell’evento. Facebook nell’intero fine settimana ha registrato 110mila interazioni con una media di 180mila visualizzazioni al giorno. Il miglior post è stata la foto della partenza con il sorvolo delle Frecce Tricolori visualizzato da oltre 93mila persone, 15mila interazioni e oltre 300 commenti. In 22mila hanno messo un like sui post di Instagram da venerdì a domenica con 280 commenti, post visualizzati da 14.600 persone.


EXPO VILLAGE – Nelle giornate di venerdì 17 e sabato 18 marzo, nelle 22 ore di apertura dell’Expo Village sito al Palazzo dei Congressi all’Eur, si calcola siano transitate circa 80mila persone, tutti i partecipanti insieme ai loro familiari o amici accompagnatori sono transitati per ritirare il pettorale e il pacco gara per poter partecipare alla corsa e hanno così potuto conoscere ed entrare in contatto, nei 3200 metridi esposizione, con 82 espositori, di cui 15 stranieri, del settore sportivo, ma anche trovare spazio per il divertimento con varie attività, in particolare legati alla Festa del Papà, con Vittoria la tartaruga mascotte dell’evento o scegliere quale “emoticon da runner” indossare per l’evento, così come i più piccoli giocare nell’Area Oasi Park con maghi e gonfiabili.


In Expo presenti anche i quindici partner della staffetta Acea Run4Rome, i maratoneti hanno potuto conoscere in prima persona i progetti solidali di La Stella di Lorenzo Onlus, Fondazione Sport City, Airc, Sport Senza Frontiere Onlus, Ey Foundation, Il mondo di Matteo Onlus, Rotary Distretto 2080, Fondazione Maratona Alzheimer, Banco Alimentare Roma, Fondazione Operation Smile Italia Ets, Fondazione Telethon ETS, WWF, Associazione Italiana Progeria Sammy Basso Aps Onlus, Aned e Special Olympics Italia.

L’appuntamento e la concentrazione del gruppo organizzativo composto da Infront Italy, Corriere dello Sport-Stadio, Italia Marathon Club e Atielle è già per quanto accadrà tra un anno: prossima data 17 marzo 2024.