Ren Ten

Tutte le ultime news in vista della terza edizione della Ren Ten, in programma domenica 3 marzo ad Arenzano (GE)

Foto di Organizzatori


“10 Km di pura energia”. Lo slogan di lancio della terza edizione della Ren Ten rende perfettamente l’idea legata alla manifestazione, diventata in brevissimo tempo una classica sulla distanza, ormai considerata anche a livello internazionale alla stregua di una maratona o una mezza. In questi due anni di vita, la Ren Ten ha permesso a tanti di addentrarsi nelle strade e quindi nelle bellezze di Arenzano, splendido centro della provincia genovese, affrontando un percorso molto caratteristico, tipico di questi luoghi


La manifestazione del prossimo 3 marzo, nata sull’onda del grande successo del Gran Trail Rensen per portare ad Arenzano anche gli appassionati della corsa su strada, ha subito avuto ottimi riscontri anche grazie al suo percorso molto scorrevole, con partenza da Piazza Mazzini andando a toccare luoghi caratteristici come la Passeggiata F.De André, il Lungomare G.Govi fino al Piazzale G.Rossa dove è posto il traguardo volante Città di Cogoleto. Da lì (dov’è posizionato anche il ristoro idrico) si torna indietro affrontando a ritroso il medesimo percorso.


I record della gara appartengono ai vincitori della passata edizione, il pluricampione italiano Said El Otmani in 31’16” e Laura Brenna in 37’42”. La competizione, facente parte del calendario nazionale Fidal, prenderà il via alle ore 9:30 con ritrovo alle 8:00 presso il Grand Hotel di Arenzano. Iscrizioni al costo di 15 euro, ma bisogna provvedere entro il 18 febbraio per non incorrere nell’aumento di 5 euro. Per gli atleti tesserati con società appartenenti al Consorzio Liguria Running e Walking. Una Regione in Movimento, la quota sarà di 10 euro fino al venerdì antecedente la gara. Verranno premiati i primi 3 classificati assoluti e di categoria.


La Ren Ten ha una grande valenza anche dal punto di vista turistico contribuendo alla conoscenza di Arenzano, antico borgo marinaro ormai diventato centro di attrazione balneare con molti luoghi d’interesse culturale come Villa Gramatica, i Parchi Figoli, Negrotto Cambiaso e soprattutto il Santuario del Santo Bambino di Praga. Ma c’è anche tanto altro: basterà un weekend per vedere tutto?