Campionati italiani

Lanzada si appresta a ospitare i Campionati italiani di corsa in montagna: tutte le ultime news

Foto di Organizzatori



C'è tutto un paese ad attendere i Campionati italiani individuali e di società di corsa in montagna in programma il 4 e 5 maggio: decine di volontari già al lavoro per tracciare il percorso, altri che saranno impegnati nella due giorni, operatori commerciali che allestiranno le vetrine per partecipare al concorso che premierà le più belle. Con la regia della Sportiva Lanzada, supportata dall'Amministrazione comunale, Lanzada si prepara ad accogliere atleti provenienti da tutta Italia, un movimento che ben conosce le montagne della Valmalenco che negli ultimi otto anni hanno ospitato le gare più importanti del mountain running, su tutte il Campionato mondiale under 18 nel 2018. Per i migliori, oltre alla soddisfazione per la vittoria, la certezza di vestire la maglia azzurra ai Campionati europei in Spagna. «Per noi è un piacere ospitare di nuovo una competizione nazionale - sottolinea il sindaco Cristian Nana -: grazie al grande lavoro della Sportiva Lanzada siamo in grado di organizzare a Lanzada gare di altissimo livello. Come sempre ci faremo trovare pronti e per il paese sarà una grande festa, oltre che una straordinaria opportunità per promuovere il nostro territorio». Insieme agli atleti raggiungeranno Lanzada, tecnici, accompagnatori, familiari e amici che potranno contare sul supporto del Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco per l'accoglienza.


«Siamo una società piccola - afferma il presidente Serafino Bardea - ma con passione e impegno, e grazie al sostegno del Comune, di altri enti pubblici e aziende private, riusciamo a organizzare un altro Campionato italiano. Abbiamo più di 70 ragazzi tesserati da tutta la Valmalenco e siamo orgogliosi dei risultati ottenuti in questi anni: il nostro è un grande vivaio che prepara gli atleti anche per altri sport come lo sci alpinismo, con i fratelli Giovanni e Alessandro Rossi, e il ciclismo con Andrea Bagioli. Queste competizioni sono uno stimolo per i nostri ragazzi che si possono confrontare con i più forti, un'occasione di crescita, sia dal punto di vista sportivo che personale».


Centro nevralgico della manifestazione, zona di arrivo e di partenza, è Pradasc. Nella prima giornata, per i Campionati italiani individuali e di società allievi, il Trofeo nazionale cadetti e il Campionato italiano per regioni di corsa in montagna, il programma delle gare si aprirà sabato 4 maggio, alle ore 14, con le categorie giovanili. Si entrerà nel vivo dalle ore 15.30 con le quattro gare che assegneranno i titoli tricolori: 2300 metri e 80 di dislivello per le cadette, 2500 metri e 120 di dislivello per i cadetti. Le allieve affronteranno un percorso di 2800 metri con 160 metri di dislivello, gli allievi di quattro chilometri con 250 metri di dislivello. 


Domenica 5 maggio sarà la volta della prima prova, salita e discesa, dei Campionati italiani individuali e di società juniores, promesse e seniores. Il percorso ricalca quello della gara del 2021, con partenza e arrivo in località Pradasc, dopo 7,1 chilometri, con un dislivello positivo di 300 metri. Uscendo dall'area della partenza si percorre la pista ciclabile per affrontare la prima salita, fino all'abitato di Ganda, per poi attraversare le caratteristiche viuzze, spostarsi sulla sponda orografica opposta del torrente Lanterna e proseguire lungo un ripido sentiero fino a raggiungere la località Temen, da dove si torna verso la contrada Moizi su una mulattiera in leggera discesa. Quindi si raggiunge Vassalini, nel Comune di Chiesa in Valmalenco, per poi tornare verso Lanzada, su strada, con il percorso che diventa più veloce, fino al traguardo. Le premiazioni si svolgeranno alle ore 14.30. Per le gare del 5 maggio si attendono nomi di alto livello. Due sono già confermati: Matteo Bardea, di Lanzada, tesserato per l'Atletica Valle Brembana, e Francesco Bongio, morbegnese della Recastello Radici Group. Per gli altri si dovrà attendere soltanto qualche giorno.