K42 Adventure Marathon Series

Dal 7 al 9 luglio il Terminillo farà da sfondo ad uno dei circuiti di ultra trail più famosi al mondo: aperte le iscrizioni

Foto di Organizzatori


Saranno ancora una volta le creste appenniniche ad ospitare la K42 Adventure Marathon Series, la quinta edizione sul Terminillo della tappa inaugurale del circuito internazionale di maratone off-road, in programma dal 7 al 9 luglio. Sono già aperte le iscrizioni (sul sito www.k42italia.org) alle due gare: la K42 Italia, 45 km e 3310m di dislivello positivo, che porterà i migliori della specialità lungo il duro e affascinante percorso che parte e arriva a Pian de Valli, e la K15 competitiva, 15 km e 1160m di dislivello positivo. Fino al 26 febbraio sarà possibile iscriversi al prezzo scontato di 35,00 euro (chiusura iscrizioni 4 luglio 2023 o a raggiungimento numero massimo partecipanti). I vincitori (maschile e femminile) della K42 Italia e della K15 Terminillo si aggiudicheranno viaggio, alloggio e pettorale per una delle tappe del circuito internazionale.


Runners provenienti da tutto il mondo si sfideranno nell’unica tappa italiana del circuito che ogni anno anima alcuni dei luoghi più incontaminati al mondo, dall’Italia alla Colombia, dalla Spagna all’Argentina e fino al Messico, e che nel 2023 festeggia i suoi 20 anni. La stagione, che si apre proprio sul Terminillo, si chiuderà il prossimo 3 e 4 novembre con l’attesa finale di Villa Langostura, in Patagonia. Le K Series, nate in Patagonia nel 2003, riuniscono le maratone off-road più dure al mondo e diffondono un unico messaggio condiviso dalla comunità: il profondo legame con la natura e lo spirito di conoscenza e di rispetto per l’ambiente. Ogni anno al via sono circa 40mila gli atleti che si sfidano sui percorsi adrenalinici circondati da panorami esclusivi.


La tappa del Terminillo vanta uno dei percorsi più duri e belli del circuito e attraversa il paesaggio incontaminato dell’Appennino reatino: la K42 prevede un anello di 45 km e 3310 m D+, le ormai note salite al Santuario di San Giuseppe e all’emozionante cresta Sassetelli (rispettivamente 700 e 840 m di dislivello). Ma non ci sono solo le salite ad attirare ultra trailer da tutto il mondo: la gara attraversa anche il famoso borgo medievale di Leonessa, tra i palazzi nobiliari costruite tra il Cinquecento e il Settecento, famosa in Italia per la coltivazione della patata alla quale è dedicata la trentennale sagra, un condensato di natura e storia tutto da scoprire.


L’evento è anche l’occasione per visitare un territorio che parla di natura e sport a 360 gradi, da vivere immersi nel tipico paesaggio incontaminato di montagna. I percorsi che sono teatro della K42 diventano, nell’arco dell’anno, meta privilegiata per amanti del trekking e del trail running, e terreno di allenamento per gli atleti professionisti.


Anche quest’anno la gara sarà Campionato Italiano di trail running AICS, l’Associazione Italiana Cultura e Sport che oggi rappresenta uno dei maggiori enti di promozione sportiva in Italia.