Duerocche

Inizia il conto alla rovescia per l’evento che giovedì 25 aprile andrà in scena nel cuore delle colline trevigiane

C’è anche Lucio Fregona tra i protagonisti dell’edizione 2019 della Duerocche che giovedì 25 aprile, sui sentieri tra Cornuda e Asolo, rinnoverà il fascino di una delle corse di più lunga tradizione del Triveneto. L’ex azzurro, classe 1964, già campione mondiale di corsa in montagna, sarà al via della prova sui 21 chilometri trail. Alla Duerocche, Fregona è di casa: risiede nella vicina Castelli di Monfumo, conosce il percorso alla perfezione e promette di essere ancora protagonista, dopo l’applauditissimo secondo posto del 2018.

Il suo nome va ad aggiungersi a quello dei tanti ottimi specialisti impegnati in una gara che anche quest’anno vedrà al via atleti provenienti da diverse regioni italiane e dall’estero. Stelle assolute: Francesca Canepa, l’atleta che lo scorso settembre è entrata nella storia per essere diventata la prima italiana a vincere il leggendario Ultra-Trail du Mont-Blanc, e Silvia Rampazzo, campionessa mondiale 2017 di corsa in montagna long distance e già convocata dalla Fidal per Campionati Mondiali di Trail che si terranno l’8 giugno a Miranda do Corvo (Portogallo).

A Canepa e Rampazzo si aggiungeranno altre tre atlete di grande valore come Kristel Mottin, che torna alla Duerocche dopo il secondo posto del 2018, Anna Conti, già vincitrice della Trans D’Havet, e Alessandra Olivi, che ha iniziato il 2019 imponendosi nel Trail della Bora a Trieste. 

In campo maschile, annunciate la presenza di Marco Zanchi, atleta tra i più noti nel panorama del trail italiano (quattro partecipazioni ai Mondiali di specialità, l’ultima nel 2018, sesto nel 2013 nel massacrante Tor des Geants), del campione trevigiano Ivan Geronazzo, in cerca di gloria sui sentieri di casa, e di altri due azzurri della corsa in montagna long distance, Gil Pintarelli (oro a squadre nel 2017 ai Mondiali di corsa in montagna long distance di Premana) e Filippo Bianchi (che ha debuttato in Nazionale nel 2018 ai Mondiali di Karpacz). Da seguire inoltre Matteo Pigoni (primo alla Duerocche 2017), Francesco Trenti (nel 2018 quarto al Lavaredo Ultra Trail), Ivano Molin, Christian Sommariva, Mirko Miotto, Francesco Fazio e Marco Tramet.     

A proposito di grandi atleti, la Duerocche edizione 2019 concorrerà all’assegnazione del punteggio necessario per partecipare a tre gare inserite nel programma del celebre UTMB (Ultra-Trail du Mont-Blanc): la CCC (Courmayeur-Champex-Chamonix) di 101 chilometri con 6.100 metri di dislivello, la TDS (Sur les Traces des Ducs de Savoie) di 119 chilometri con 7.200 metri di dislivello, e l’OCC (Orisières-Champex-Chamonix) di 56 chilometri con 3.500 metri di dislivello. 

Gli iscritti, in queste ore, hanno raggiunto quota 4.500. Tra i tanti ospiti d’eccezione ci sarà anche l’ex ginnasta Igor Cassina, oro olimpico nella sbarra ad Atene 2004, al via della 12 chilometri.

Chiusa da lunedì la procedura d’iscrizione online, le adesioni alle quattro prove podistiche della Duerocche (48, 21, 12 e 6 chilometri) continueranno ad essere raccolte sino a mercoledì 24 aprile alla palestra comunale Palapace (già sold out, invece, la prova sui 14 chilometri riservata ai praticanti del nordic walking, sul tragitto della Duerocche storica, da Asolo a Cornuda). Quest’anno, per la prima volta, non sarà invece possibile iscriversi alla Duerocche nella mattinata della gara.

La partenza sarà, come sempre, in via della Pace (zona impianti sportivi sportivi) a Cornuda: alle 7.15 la 48 km, alle 9 la 21 km, alle 9.30 la 6 e la 12 km. Avvio libero, invece, dal centro di Asolo, per la Passeggiata Storica dedicata al Nordic Walking.  Spettacolo garantito.

Domani, intanto, mercoledì 24 aprile, prologo con Francesca Canepa che incontrerà atleti e appassionati al Palapace di Cornuda a partire dalle 17.30. Alle 19, sempre al Palapace, la presentazione degli atleti del Team Scarpa, di cui la stessa Canepa fa parte. 


23/04/2019
French Riviera Marathon
Trento Half Marathon
I test di MarathonWorld.it
SportDaily.it