Mondiali di Plogging

Dal 29 settembre al 1° ottobre a Genova il Campionato Mondiale di Plogging, Scarpa coinvolge anche l'attore Marco Cortesi


SCARPA, azienda italiana leader nella produzione di calzature da montagna e per le attività outdoor, è per il terzo anno protagonista in qualità di gold sponsor del Campionato Mondiale di Plogging, disciplina che unisce la corsa alla pulizia dell’ambiente, giunto alla terza edizione.

La manifestazione, in programma dal 29 settembre al 1° ottobre a Genova, vedrà sfidarsi per il titolo iridato circa cento tra atleti ed atlete da 15 nazioni, chiamati a correre liberamente lungo i sentieri del Parco delle Mura raccogliendo il cosiddetto littering, i rifiuti abbandonati a bordo strada.


Per l’occasione il Team SCARPA, guidato dal Brand manager Marco De Gasperi, sarà arricchito da un ospite speciale, lo scrittore, attore e regista Marco Cortesi, particolarmente sensibile alle tematiche green, che prenderà parte alla gara raccontandola attraverso i suoi canali social.


Inoltre, SCARPA promuoverà anche a Genova il progetto LIFE-Re-shoes, iniziativa con cui il brand di Asolo intende fornire una soluzione alternativa, circolare e sostenibile per la gestione del “fine vita” delle scarpe. Nella giornata di sabato sarà allestito un corner in cui depositare il proprio paio di calzature usate del modello Mojito. Le calzature raccolte entreranno poi in un sistema di riciclo virtuoso e porteranno alla realizzazione di una nuova generazione di prodotti riciclati di alta qualità, attraverso una procedura innovativa che rappresenta un paradigma completamente nuovo per l’industria calzaturiera.


La collaborazione con il Mondiale di Plogging si rafforza e anno dopo anno diventa sempre più salda –sottolinea Marco De GasperiSensibilizzare le persone al rispetto per l’ambiente è un valore importante, e questa manifestazione rispecchia appieno la filosofia della nostra azienda. L’impegno di SCARPA sul fronte della sostenibilità si è concretizzato ulteriormente quest’anno con il riconoscimento dello status di Società Benefit e con l’avvio del progetto LIFE Re-shoes, che siamo orgogliosi di poter presentare anche in questa occasione”.


Ricchissimo il programma dei tre giorni di kermesse. Venerdì 29 settembre si svolgerà la Plogging Child, un progetto di educazione ambientale rivolto ai bambini e alle bambine delle scuole del territorio. Nel pomeriggio, l’arrivo in città degli atleti decreterà l’inizio della terza edizione del Campionato vero e proprio, con la consegna dei pacchi gara e la cerimonia di apertura a Palazzo Ducale alle ore 21:00.


Sabato 30 settembre si svolgeranno le finali del Campionato Mondiale di Plogging. Lungo tutta la giornata intrattenimento, giochi per bambini e stand accompagneranno l’attesa dell’arrivo della gara, con collegamenti in diretta dalla corsa. Una volta giunti al traguardo, alle ore 15.30 circa, spetterà ai giudici di gara il compito di aprire tutti i sacchi di rifiuti raccolti dagli atleti e differenziarli, conferendo a ciascuno un punteggio basato su distanza e dislivello percorsi. La quantità e la qualità dei rifiuti raccolti avranno un peso importante sul risultato finale, poiché il loro valore, trasformato in CO2 non emessa in atmosfera grazie al riciclo dei materiali raccolti, contribuirà alla classifica.


Domenica 1° ottobre la manifestazione si sposterà al Porto Antico, per l’edizione pilota dell’Urban Plogging, una competizione tra le vie del centro storico che impegnerà 50 atleti e atlete nella raccolta del littering urbano. In contemporanea a Marina di Genova si svolgerà una dimostrazione di Sea Plogging, in cui i rifiuti abbandonati in mare saranno raccolti direttamente da una barca. La mattinata si concluderà quindi con le premiazioni del Campionato Mondiale di Plogging.

Durante la seconda edizione del Mondiale, svoltasi lo scorso anno in Val Chisone e Val Germanasca, sono stati raccolti in totale ben 1.152 kg di rifiuti.