Scaldagambe Winter Trail

Oltre 760 concorrenti per l'edizione 2019 della Scaldagambe Winter Trail, ecco come è andata

Oltre 760 concorrenti si sono dati appuntamento all’oratorio di Carvico (Bg) per disputare la quarta edizione della Scaldagambe Winter Trail, suddividendosi su due distanze, sulla 16 km e sulla – nuovissima – 30 km. Una vera e propria moltitudine di atleti si è avventurata sul monte Canto, e fra loro ha primeggiato Cristian Minoggio, che ha messo in fila Donna e Brambilla. In ambito femminile Cecilia Pedroni ha battuto Pasin e Magnesa. L’evento confezionato dalla Carvico Skyrunning, alla memoria di Savino Laurora, è valido come terza prova del Campionato Winter Trail Uisp Cup 2018/2019.

30 km
 
“Tre sciate e una corsa” è la sequenza sportiva che mantiene Cristian Minoggio durante la stagione invernale, dedicandosi in particolar modo allo sci alpinismo senza per questo chiudere con il running. Minoggio, con la divisa arancione di Serim, ha completato il tracciato in 2h31’37”.
 
Alle sue spalle il bresciano di Corte Franca Daniele Donna (Atletica Franciacorta), vincitore della scorsa edizione del circuito Uisp. Con un progressivo recupero, Donna è balzato in seconda posizione, chiudendo in 2h34’10”. Terza posizione per un altro grande favorito della vigilia, Danilo Brambilla dei Falchi Lecco, 2h36’15” il suo tempo. Nella top ten Manuel Bonardi, Clemente Belingheri, Luca Rota, Ivan Schiavetti, Saverio Monti, Fabio Polloni e Roberto Ruspantini.
 
La gara in rosa ha incoronato Cecilia Pedroni, compagna di squadra di Minoggio nel team Serim e recente vincitrice delle Italy Series. La brianzola ha vinto con il tempo finale ufficiale di 3h25’41”, con una penalizzazione di 10 minuti che peraltro non l’ha fatta scalare neppure di un gradino. Con lei sul podio Milena Pasin, seconda in 3h29’31”, e Giulia Magnesa (Atletica Casone Noceto) in 3h30’54”. Nelle migliori dieci di giornata Giuliana Arrigoni, Gisella Beretta, Francesca Tentorio, Marta Cereda, Melissa Paganelli, Olga Agnelli e Ornella Rizzi.
16 km
 
Pur correndo molto poco rispetto a qualche anno fa per validi motivi di lavoro, il campione di Sotto il Monte Benedetto Roda, con la divisa della Carvico Skyrunning, ha tagliato per primo il traguardo della 16 km. In rosa il successo è arriso alla brianzola residente in Valsassina Martina Brambilla.
 
Benedetto Roda ha fermato le lancette su 1h07’09”. Al secondo posto si è classificato Lorenzo Beltrami (Falchi Lecco) in 1h07’59”. Terza piazza ad Alessandro Noris (Gav – Scais 3038) in 1h08’54”. Nei migliori dieci Paolo Poli, Simone Paredi, Luca Arrigoni, Paolo Proserpio, Michele Piloni, Riccardo Faverio e Alessandro Crippa.
 
Martina Brambilla (Vam Race) ha vinto al femminile con il finish time di 1h20’21”. Seconda è giunta Sara Rapezzi (Osa Valmadrera) in 1h22’29”. Terza classificata Eveline Makena Muriira (Runners Bergamo) in 1h30’47”. Nelle top dieci Elena Calio, Nadia Panna, Viviana Marri, Roberta Casati, Vasilica Nastrut, Martina Bilora e Lidia Arcangeli.
 
Alessandro Chiappa, presidente della Carvico Skyrunning: «Questi numeri ci riempiono di soddisfazione. Decidere di aggiungere una 30 km è stata una scelta coraggiosa, ripagata da quasi ottocento adesioni totali. Ringrazio tutto il fantastico team Carvico Skyrunning, tutti i volontari che hanno svolto un lavoro incredibile, gli atleti che ancora una volta – in massa – hanno scelto gli eventi Carvico e i nostri fantastici sponsor». 


20/01/2019
French Riviera Marathon
Trento Half Marathon
I test di MarathonWorld.it
SportDaily.it