Tuscany Camp Marathon

Eric Kiprono Kiptanui e Angela Tanui sono i vincitori della Tuscany Camp Marathon. La Rosa e Straneo migliori italiani

Le condizioni meteo avverse condizionano lo svolgimento della Tuscany Camp Marathon andata in scena all'Aeroporto di Ampugnano (Siena) nella mattinata di domenica 11 aprile: non basta lo slittamento della partenza di 30' per cercare di evitare la leggera pioggia ed il vento, che accompagnerà gli atleti soprattutto nella prima metà di gara.
 
A vincere sono Eric Kiprono Kiptanui (2h05'47") e Angela Tanui (2h20'08") al termine di una gara equilibrata che ha deciso le classifiche solo negli ultimissimi chilometri. Nella gara femminile obiettivo pienamente raggiunto: disintegrata la migliore prestazione mai corsa in italia (precedente 2h22'25" Vivian Kiplagat) mentre il crono di Kiptanui è il secondo mai corso sul nostro suolo.
 
Nonostante un'ottima distribuzione, Stefano La Rosa, miglior azzurro, chiuderà in 2h11'42" a soli 12" dallo standard di qualificazione olimpica. Tra le donne la migliore italiana è Valeria Straneo, troppo alto il suo 2h30'33" per Tokyo
 
ISCRIVITI AI NOSTRI SERVIZI GRATUITI: WHATSAPP - NEWSLETTER
 

LA CRONACA DELLA GARA

 
Il gruppone degli atleti africani sarà foltissimo per gran parte della manifestazione: al maschile passeranno addirittura 37 atleti in testa al riscontro dei 4.8km (14'23"), al femminile in 13 (16'24"). Nelle prime battute i migliori italiani saranno Said El Otmani (14'40"), Stefano La Rosa (15'07"), Valeria Straneo (17'12") e Anna Incerti (17'12"), con quest'ultima che come previsto si fermerà dopo i primi 25km.
 
Non cambia niente fino a metà gara, punto in cui molte tra le numerosi lepri termineranno il loro lavoro: al passaggio al rilevamento dei 22.5km sono Kiprono Kipkemoi e Cosmas Birech a guidare in 1h06'42" un gruppo composto ancora da 30 atleti con Said El Otmani (1h07'53") e Stefano La Rosa (1h09'13") i migliori azzurri. Al femminile la "solita" Tusa (1h15'19") capeggia il drappello di 10 atlete, tengono bene Valeria Straneo (1h19'01") e Sara Brogiato (1h19'31").
 
L'altissimo livello dei partecipanti rende la gara equilibratissima ed anche ai 30km (1h19'38") in 21 rimangono a guidare la Maratona, tra di loro in ombra il favoritissimo della vigilia Ghirmay Ghebreslassie, che chiuderà decimo. Intanto resiste l'esordiente Said El Otmani, il portacolori dell'Esercito a 12km dal traguardo è 30mo in 1h31'38", più regolare La Rosa che transita in 1h32'49". Si accende invece la gara tra le donne dove rimangono in 4 in testa (1h40'50"): Angela Tanui, Gladys Chepkirui, Gebiyanesh Gedamu e Delvine Meringor. Passagio in 1h45'33" per Valeria Straneo e 1h47'32" per Sara Brogiato, tempi troppo alti per strappare la qualificazione per Tokyo.
 
Nessuno prende l'iniziativa, ma oggi si ricercava il minimo olimpico e non la vittoria, tanto che la lotta per il successo di fatto andrà in scena nell'ultimissima parte di gara: Eric Kiprono Kiptanui e Abdi Fufa Nigassa attaccano a meno di 5km dalla conclusione tenendosi alle spalle i numerosissimi atleti che per lunghi chilometri avevano corso con loro. Kiptanui, secondo alla Dubai Marathon 2020, piazzerà l'azione vincente tagliando il traguardo di Ampugnano dopo 2h05'47" precedendo Abdi Fufa Nigassa (2h05'57"). Podio completato dal marocchino Othmane El Goumri (2h06'18").
 
Al 38mo chilometro La Rosa riprende e lascia sul posto El Otmani (2h13'23"), che paga una prima parte di gara decisamente troppo veloce. Il Carabiniere grossetano nonostante un'ottima seconda parte di gara, che lo porterà a recuperare tantissime posizioni, non riuscirà per soli 12" a stampare il minimo olimpico. Questi i risultati degli altri italiani: Grano (2h13'40"), D'Onofrio (2h14'07"), Puppi (2h16'18").
 
Tra le donne Angela Tanui rimane da sola al comando a 10km dal traguardo scrollandosi la compagnia della Gedamu, l'ultima ad arrendersi e poi ripresa anche dalle altre avversarie. 2h20'08" il crono della keniana, record all comers italiano per una 42.195km. Sul podio anche Purity Changwony (2h22'46") e Gebiyanesh Gedamu (2h23'23"). Dopo la Straneo, 1' di troppo il suo crono per le Olimpiadi, stabilisce il suo nuovo record personale Sara Brogiato, che chiude in 2h34'24".
 

RISULTATI TUSCANY CAMP MARATHON 2021

1 KIPTANUI ERICKIPRONO KEN 2:05:47
2 NIGASSA ABDIFUFA ETH 2:05:57
3 ELGOUMRI OTHMANE MAR 2:06:18
4 GHEBREGERGIS YOHANES ERI 2:06:28
5 WAMI KEBEDETULU ETH 2:06:32
6 YEGO SOLOMONKIRWA KEN 2:06:41
7 KEBEDE ABDIASEFA ETH 2:06:43
8 YIZENGAW LIMENIHGETACHEW ETH 2:06:47
9 TESFAMARIAM SAMUELTSEGAY ERI 2:06:53
10 GHEBRESLASIE GHIRMAY ERI 2:07:11
 
 
1 TANUI ANGELAJEMESUNDE KEN 2:20:08
2 CHANGWONY PURITYJEBICII KEN 2:22:46
3 GEDAMU GEBIYANESHAYELE ETH 2:23:23
4 DESSE HAVENHAILU ETH 2:23:52
5 KWAMBAI ANTONINA KEN 2:24:20
6 MERINGOR DELVINERELIN KEN 2:24:32
7 TUSA RAHMA ETH 2:25:09
8 DADISO KUFTUTAHIR ETH 2:25:21
9 STEYN GERDA RSA 2:25:28
10 CHEPKIRUI GLADYS KEN 2:26:33
 
 
Risultati completi nel link sottostante


11/04/2021
Calendario Maratone 2022
Sport Hotels
Le Recensioni di MarathonWorld.it