La Mezza di Treviso

Eyob Faniel si iscrive all'ultimo momento e vince a Treviso con un ottimo crono, tra le donne successo per Tiziana Scorzato

Foto di Organizzatori


Sorpresa alla Mezza di Treviso: trionfa, in 1h02’40”, l’azzurro Eyob Faniel. L’ex primatista italiano di maratona, terzo nel 2021 a New York, si è iscritto soltanto ieri sera con una telefonata all’organizzatore Salvatore Bettiol. “Arrivo da una stagione inferiore alle aspettative – ha spiegato dopo l’arrivo - sia i Mondiali che la maratona di Berlino non sono andati come mi aspettavo. Ho deciso di ripartire da qui: da una gara in tranquillità senza pensare troppo al tempo e al piazzamento, ma cercando soprattutto il piacere di correre”.


Tanto piano, in realtà, il vicentino delle Fiamme Oro Padova non è andato: alla Mezza di Treviso il miglior tempo di un italiano apparteneva al campione europeo di maratona, Daniele Meucci, che nel 2015 vinse in 1h03’40”. Faniel ha corso in relativa scioltezza, senza l’aiuto di “lepri”, giungendo sul traguardo di viale d’Alviano con un vantaggio abissale. Podio completato da Paolo Pellizzari (Vicenza Marathon, 1h11’06”) e Riccardo Borgialli (Sport Project Vco, 1h11’10”) che si sono giocati in volata le piazze d’onore. A Tiziana Scorzato la vittoria nella gara femminile. La 52enne di Malo, tesserata per Vicenza Marathon, si è imposta in 1h24’26”, salendo di due gradini sul podio rispetto al terzo posto del 2022. “Ho corso in progressione. Inizialmente ero terza, poi ho ripreso chi mi precedeva e al 14° km mi sono ritrovata da sola. Sono contentissima: ho anche migliorato il tempo dell’anno scorso”. Con lei, sul podio, Bianca Campidelli (Atl. Rimini Nord Santarcangelo, 1h24’28”) ed Elisabetta Longo (Team KM Sport, 1h25’06”).




Foto di Organizzatori

Eyob Faniel e Tiziana Scorzato si sono pure aggiudicati il 3° memorial Cristian Tonellato, dedicato al ricordo di un grande amico della Mezza di Treviso (era il responsabile del percorso), improvvisamente mancato nel gennaio del 2021. Alla partenza della mezza maratona - presente anche il sindaco di Treviso, Mario Conte, mentre la collega di Silea (altro Comune toccato dal percorso insieme a Carbonera), Rossella Cendron, ha corso la 10 chilometri non competitiva - è stato osservato un minuto di silenzio per ricordare la strage di Mestre. E’ stata anche una domenica a cinque cerchi grazie alla presenza del campione olimpico e mondiale di marcia, Massimo Stano, che da Treviso ha lanciato il progetto “The Walking Stano – Vieni a marciare con me”, un evento unico nel suo genere, ideato dal fuoriclasse pugliese per promuovere la disciplina tra i giovani e sostenere la ricerca sulla fibrosi cistica.


Una cinquantina gli atleti, più o meno improvvisati, che hanno marciato (o camminato) insieme a Stano. Nel gruppo anche la ventenne veronese Alexandrina Mihai, argento agli Europei under 23 di Espoo (“Ora sogno Parigi”), e un altro campione olimpico, Gelindo Bordin, oro nella maratona a Seul 1988, in rappresentanza di Diadora, sponsor tecnico dell’evento. Stano e compagnia (applaudito anche il 75enne trevigiano Roberto Piaser, gloria del movimento master) hanno marciato su un percorso cittadino di poco meno di 1 km, ripetuto quattro volte, che, dopo la partenza dall’arco di arrivo della mezza maratona, attraversava anche Borgo Cavour.


“Come in ogni vigilia che si rispetti ero un po’ in ansia per la riuscita dell’evento – ha commentato Stano - e invece è andato tutto per il meglio. Ora aspetto tutti gli appassionati a Castelnuovo Berardenga, il 15 ottobre, e nella mia Palo del Colle, il 29 ottobre. Spero di dare impulso alla popolarità della marcia e di poter fare una significativa donazione alla ricerca sulla fibrosi cistica. La mia preparazione per la stagione olimpica è iniziata da una settimana e oggi, per la prima volta, ho marciato. Tra Olimpiade, Europei e Coppa del Mondo, il 2024 sarà una stagione ricchissima di appuntamenti”. “Siamo felici, è andato tutto per il meglio - ha aggiunto Bettiol, che tra i volontari ha schierato anche il bresciano Osvaldo Faustini, suo capitano nel 1987 in occasione della vittoria dell’Italia nella Coppa del Mondo di maratona di Seul -. Siamo stati onorati dalla presenza di due campioni olimpici e abbiamo avuto la sorpresa della partecipazione di Faniel. Ci prepariamo per una grande edizione del decennale, il 13 ottobre 2024”.           

 


UOMINI: 1. Eyob Faniel (Fiamme Oro Padova) 1h02’40”, 2. Paolo Pellizzari (Vicenza Marathon) 1h11’06”, 3. Riccardo Borgialli (Sport Project Vco) 1h11’10”, 4. Roberto Zironda (Vicenza Marathon) 1h12’03”, 5. Mohamed Herra (Top Training) 1h12’14”, 6. Mekonen Magoga (Atl. Brugnera Friulintagli) 1h13’10”, 7. Fabian Fronthaler (Atl. Club 2000 Dobbiaco) 1h13’20”, 8. Denis Mariotto (Atl. Mareno) 1h13’53”, 9. Riccardo Vanetti (Podistica Pontelungo Bologna) 1h14’30”, 10. Alan Piroddi (Podisti Adria) 1h14’42”. 


DONNE: 1. Tiziana Scorzato (Vicenza Marathon) 1h24’26”, 2. Bianca Campidelli (Atl. Rimini Nord Santarcangelo) 1h24’28”, 3. Elisabetta Longo (Team KM Sport) 1h25’06”, 4. Martina Festini Purlan (Atl. Brugnera Friulintagli) 1h26’27”, 5. Giulia Delgado (Atl. San Biagio) 1h28’18”, 6. Chiara Caniglia (Team KM Sport) 1h29’42”, 7. Martina Zanette 1h29’56”, 8. Cristina Viotto (Scuola di Maratona Vittorio Veneto) 1h30’18”, 9. Silvia Vecellio (Atleticadore – Giocallena Asd) 1h32’25”, 10. Sara Boer 1h32’46”.   


Risultati completi nel link sottostante


I RISULTATI COMPLETI