Maratona

Quali sono le attività sportive alternative alla corsa che possono aiutare il runner a preservare il fisico e ritrovare nuovo entusiasmo?

Foto di Pixabay


Autunno tempo di Maratone, ma si sa che durante la lunga preparazione all'appuntamento agonistico possono verificarsi intoppi che costringono il runner ha rallentare il ritmo o trovare valide alternative per poter preservare al meglio il proprio fisico, o semplicemente per trovare nuove motivazioni. Torino, Ravenna, Verona, Firenze e Reggio Emilia sono le 42.195km italiane più partecipate della seconda parte di stagione e, vista la collocazione, la preparazione dello sportivo sarà concentrata anche nei mesi più caldi dove, viste le alte temperature, ci saranno giornate dove l'afa renderà praticamente impossibile svolgere allenamenti tradizionali.


Ma quali sono le attività alternative consigliate per il maratoneta, o più in generale per il runner? ecco alcuni consigli:


  • Trekking: attività che si può svolgere sia in montagna, sfruttando quindi il periodo di vacanza da poter svolgere in montagna, ma che negli ultimi anni sta spopolando sempre di più anche in città con percorsi dedicati all'urban trekking in cui è possibile allenarsi, mantenendo un'ottima efficienza cardiovascolare, e scoprire nuovi scorci cittadini di cui spesso ignoravamo l'esistenza.


  • Run-Walk-Run: Nato negli anni '80 per mano dello statunitense Jeff Galloway, il metodo Run-Walk-Run (che per i più esperti proporremo in una versione avanzata "Run-Run Fast-Run") è ancora oggi considerato una delle strade migliori da intraprendere dopo un periodo di stop. Ma Come mettere in pratica il metodo Run-Walk-Run? come dice il nome, questo allenamento consiste nell'alternare un periodo di corsa ad uno di cammino veloce adattando alle proprie necessità il rapporto tra i 2 periodi. Per prima cosa occorre fissare la durata totale dell'allenamento, che nei primi giorni potrebbe essere di 20' o 30', per poi suddividere il tempo scelto in intervalli inizialmente fissi: potremmo iniziare con 5' di corsa e 5' di cammino da ripetersi tre volte per coloro meno esperti o di 5' e 3' di cammino per 4 volte (totale 32') per chi ha più dimestichezza. Lo schema è tuttavia altamente personalizzabile in base al livello da cui si parte e già dopo i primissimi allenamenti si potrà passare ad una fase successiva.


  • Ciclismo e MTB: è per antonomasia l'attività preferita dagli sportivi nei mesi più caldi, da svolgere sia in percorsi stradali che su offroad. Lo sportivo dovrà però porre molta attenzione alla scelta delle biciclette al fine di non creare problemi posturali che lo limiteranno nell'attività principale: city bike, bici da corsa, bici trekking, bici fitness, ibride, per bambini, ciclocross, gravel o specifiche per il triathlon, insomma c'è l'imbarazzo della scelta ed il consiglio di un esperto potrà risultare fondamentale.


  • Palestra: è un'attività che non necessariamente va svolta in ambiente specifico. La recente pandemia ci ha insegnato che con un pò di ingegno si possono ricavare o spazi e attrezzi anche in ambito casalingo in modo da ritagliarsi anche brevi periodi quotidiani di tempo nella quale si potrà lavorare per mantenere tonici ed efficienti i nostri muscoli.


Insomma...ora non resta che scegliere quale maratona correre e focalizzarci sul programma da seguire!