Oro nel Triplo

Grandissima prestazione di Michele Greco nel Triplo 17.70, Bronzo nei 60 metri per Michael Tumi in 6.52

Altre due medaglie nella seconda giornata ricca di grandi risultati per gli azzurri.
Questo il riepilogo degli Azzurri in gara :

Lungo Uomini
Tre gli azzurri presenti in pedana che però non superano le qualificazioni, Emanuele Catania (7,78), Kevin Ojiaku (7,56) e Stefano Tremigliozzi (7,26)

Asta Uomini
Non passa il turno Giorgio Piantella seppur con un buon 5.50, sua miglior prestazione stagionale. Giorgio prova senza successo anche i 5.60.

Alto Donne
Qualificazione al cardiopalma per Alessia Trost. La giovane di Pordenone salta 1.92 all'ultimo tentativo e si piazza all'ultimo posto utile per la finale.

Peso Donne
Non Fallisce la finale Chiara Rosa che al terzo lancio piazza 17,87 che gli consente di accedere alla finale (quinta delle otto). Ultima del lotto l'altra italiana, Julaika Nicoletti con 16.28.

3000Metri Donne
Non passa la qualificazione Silvia Weissteiener che chiude sesta nella sua batteria in 9.12.73, finirà tredicesima nel computo finale, prima delle escluse. L'Altoatesina prova a prendere l'iniziativa ma viene ben presto sopravanzata dalle avversarie. Peccato per Silvia la finale era alla sua portata.

1500Metri Uomini
Due gli azzurri in gara Marco Salami (3:54:04) e Mohad Abdikadar (3:47.21) che non approdano alla finale. Molti dubbi dalla scarsa condizione di Salami che chiude con un tempo altissimo.

1500 Metri Donne
Giulia Viola aveva già ottenuto il massimo qualificandosi per la finale. Conduce una gara in coda al gruppo ed all'ultimo giro prova, senza riuscirci, a cambiare passo. Chiude penultima in 4.16.83

60Metri Donne
Delle tre azzurre presenti nelle batterie, solo l'italo-ivoriana Audrey Alloh vola in semifinale con 7.30 terza prestazione italiana di sempre. Identico risultato per Ilenia Draisci e Gloria Hooper, 7.41, fuori per solo un centesimo di secondo.

Alto Uomini
Quinto Posto per Gianmarco Tamberi che valica l'asticella a 2.29. L'Azzurro salta sempre alla prima prova fino a 2.27 ed alla seconda 2.29. Prova poi i 2.31 e lascia un ultimo salto a 2.33 che lo avrebbe portato sul podio.

60Metri Uomini
Grande semifinale per Michael Tumi primo in 6.58, non passa invece Simone Collio (6.89). Ma Michael si supera in finale fermando il crono a 6.52. Scatta dai blocchi in testa e ci rimane fino a 10/15 metri finali e viene superato dal francese Jimmy Vicaut e dall'inglese James Dasaolu entrambi in 6.48. Un Bronzo molto importante per il ventitrenne italiano.

Triplo Uomini
Daniele Greco porta a casa un grandissimo oro ed ammazza la gara piazzando una grande misura al quarto salto, 17.70 che costituisce la migliore prestazione mondiale dell'anno ed a soli tre centimetri dal primato italiano di Fabrizio Donato.
L'Azzurro piazza tre salti validi con misure sempre crescenti (17.00, 17.15, 17.70 ) che testimoniamo l'ormai maturità a livello mondiale dell'Atleta pugliese.

02/03/2013
French Riviera Marathon
Trento Half Marathon
I test di MarathonWorld.it
SportDaily.it