RomaOstia

Alla scoperta dei top runners della 49ma edizione della RomaOstia: domenica 3 marzo torna in gara Rebecca Lonedo

Foto di Lapresse/Organizzatori


Alla Eurospin RomaOstia per correre forte, per alzare l’asticella della propria performance, per lanciarsi sul palcoscenico del running. Questo il sentimento che accomuna amatori ed élite runners. Con queste prerogative si presenteranno ai nastri di partenza l’etiope Tsegu Berehanu Wendemu, pronto per correre nuovamente sotto i 60 minuti, il keniano Shadrack Koech, ansioso di cimentarsi sul veloce percorso romano dopo il 61’12’’ dello scorso ottobre a Trento e Kimakal Kipsambu, al ritorno nella capitale dopo il 61’37’’ ottenuto da pacer nel 2023. 


Medesime e alte aspettative per l’élite field al femminile che vedrà Mary Wacera Ngugi (Ken), forte un PB di 66’29” sulla mezza e 2h20’22” sulla Maratona, seconda nella maratona di Boston 2021 e terza nel 2022, quinta nella NYCM nel 2023, sfidare la connazionale Caroline Korir, anche lei di nuovo a Roma dopo il quarto posto del 2023 in 67’23’’, la giovanissima etiope Wariyo Bekelech Teku, quinta ai recenti Campionati etiopi di cross ed in grande ascesa, e la connazionale Anna Dibaba, sorella più giovane delle affermatissime Tirunesh e Genzebe.


Gradito ritorno per i colori azzurri quello di Rebecca Lonedo, che si presenta in grande forma con il recente PB sulla distanza di 70’13’’ a Siviglia.


LEGGI ANCHE: LO SPECIALE ROMAOSTIA 2024