Vivicittà

Angelo Mandarà e Sabrina Mazza vincono la tappa ragusana della Vivicittà: ecco come è andata

Foto di Organizzatori


E’ ancora Angelo Mandarà il re del Vivicittà di Ragusa. La gara, alla sua 40esima edizione e inserita come sempre nella manifestazione nazionale a classifica compensata, che metteva insieme le prove sui 10 km allestite in contemporanea in oltre 30 città italiane, ha visto il campione uscente conquistare il successo in 35’32”, rimanendo di mezzo minuto lontano dal tempo dello scorso anno. Mandarà, tesserato per l’Atl.Padua, ha preceduto di 2’08” il compagno di colori Francesco Failla e di 2’18” Vincenzo Taranto, della società organizzatrice Atl.No al Doping Ragusa. (QUI I RISULTATI GENERALI)


Conferma anche fra le donne con Sabrina Mazza (Barocco Running) prima in 44’09” (lo scorso anno aveva vinto in 42’44”), staccando di 3’06” Carmen Cascone (Atl.Padua) e di 4’13” Elisa Cusumano Bugella Sport).


La gara, 3° Memorial Titta Tumino e che ha goduto del supporto dell’UISP Territoriale Iblei, del Comune di Ragusa con in testa il Sindaco Peppe Cassì e l’Assessore Simone Digrandi, ha visto protagonisti più di 450 partecipanti nelle varie discipline tra partecipanti alle prove giovanili, agonistiche e alla passeggiata ludico motoria, grazie alla collaborazione con Ortofrutta Italia, con Abiomed e Fonte Verde. Con loro si è avuta la possibilità di diffondere il messaggio “l’allenamento inizia mangiando” attraverso prodotti sani del territorio molto apprezzati e graditi dai partecipanti. Per l’Asd No al Doping prossimo impegno organizzativo la Jazz Run, in calendario per il 12 maggio.