Tourlaghi

Emilio Perco e Luna Giovanetti, partenza sprint alla Tourlaghi: loro i successi nel prologo Santa Massenza - Fraveggio

Foto di Organizzatori


Partenza col botto per la 17esima Tourlaghi, la corsa podistica a tappe fra le più partecipate d’Italia. Nel prologo sprint, una vera e propria sfida verticale con uno sviluppo di 2,9 km con incluso un dislivello positivo di ben 177 nella parte finale, hanno tagliato per primi il traguardo i vincitori dell’edizione 2023, ovvero l’ex pistard Emilio Perco e la giovanissima Luna Giovanetti. Per entrambi è arrivato pure un buon tempo, seppure lontano dalle prestazioni record della frazione, il cui percorso coincideva con la «Santa Massenza-Fraveggio», gara storica che era stata messa in soffitta 10 anni fa e che gli organizzatori del Gs Fraveggio hanno deciso di riproporre proprio come prologo della Tourlaghi. In gara ben 234 concorrenti.


Emilio Perco, atleta del sodalizio organizzatore, residente nel borgo della Valle dei Laghi ha fatto staccare il tempo di 12’00, superiore al primato che detiene Gil Pintarelli con il tempo di 10’53”, mentre Luna Giovanetti ha fermato il cronometro a 13’12 (il record è di Emma Quaglia con 12’12”). La portacolori dell’Atletica Valle di Cembra si è presa la soddisfazione di fra registra anche il nono tempo assoluto di tappa.


Per i due forti atleti, già accreditati come i probabili vincitori, era però necessario gestire le energie in vista delle altre due tappe in programma sabato sera e domenica mattina.


Sul podio, oltre a Emilio Perco, sono saliti anche Lorenzo Giovanazzi del Gs Trilacum, con un ritardo di 8 secondi e Maximilian Franceschini, giunto dopo 17 secondi. Saranno loro due i principali indiziati a dare filo da torcere nella generale a leader nelle prossime due tappe. In classifica di tappa troviamo poi Nicola Pisoni del Trialcum, quarto a 32 secondi, giunto con l’identico tempo di Christian Paolazzi dell’Atletica Val di Cembra. In sesta piazza troviamo poi l’atleta di casa Enrico Cozzini, sempre del Gs Fraveggio, a 50 secondi, e il sorprendente Luca Zeni dell’Atletica Valle di Cembra, con un gap di 1’04”.


In campo femminile Luna Giovanetti è riuscita ad infliggere subito 55 secondi alla rivale di giornata Claudia Andrighettoni della Quercia Dao Conad, a sua volta capace di precedere la compagna di squadra Sara Baroni, che sul traguardo è giunta dopo 2’03 dalla vincitrice. Quarto posto poi per Monica Giordani del Lagarina Crus Team, quindi quinta è la sua compagna di squadra Silvia Battisti, a 2’22”. Subito dietro una vecchia conoscenza della Tourlaghi, la più volte vincitrice Ana Nanu, quindi Anna Sbalchiero e Cristina Celva.


Per quanto riguarda i risultati di categoria Nicola Pisoni del Trilacum è il primo junior e Luna Giovanetti la prima promessa. Emilio Perco si è aggiudicato anche la categoria senior, mentre in campo femminile ha primeggiato Silvia Battisti del Lagarina Crus. Fra i senior 35 i migliori sono stati Enrico Cozzini e Francesca Lenzi, nella Senior 40 Christian Paolazzi e Claudia Andrighettoni, nella Senior 45 Luca Zeni e Laura Ricci, nella Senior 50 Matteo Radovan e Sara Baroni, nella Senior 55 Sandro Masera e Nicoletta Ferrari, nella Senior 60 Tarcisio Linardi e Cristina Celva, nella Senior 65 Hermann Ruatti e Vilma Dallapè, nella Senior 70 Luigi Tomaselli e Wilma Dedè, nella Senior 75 Peter Grommer e nella Senior 80 Aldo Brugnara.


Sabato pomeriggio la seconda tappa con partenza e arrivo a Fraveggio, ripartirà da questi distacchi. Lo start è previsto alle ore 17,30 con i partecipanti che affronteranno 13 km e 350 metri di dislivello scendendo verso Vezzano, quindi direzione Gaidoss lungo la ciclabile, passaggio sul Monte Mezzana affrontando un sentiero boschivo, quindi Dossi di Ciago, il centro di Ciago e arrivo a Fraveggio.


Hanno detto


Emilio Perco: «Davvero impegnativa questa tappa. Senza tregua. Sono contento della vittoria, un po’ meno del tempo, ma nel finale la verticalità è decisamente importante».

Luna Giovanetti: «Una tappa dal doppio significativo, visto che c’era anche da battere il record della Santa Massenza-Fraveggio. Ci ho provato ma non sono riuscita nell’intento. E’ stata una tappa molto impegnativa, nonostante il chilometraggio ridotto».