Garmin Forerunner 15

Garmin Forerunner 15, un GPS piccolo e compatto adatto ai runners senza troppe esigenze

Garmin Forerunner 15, un GPS piccolo e compatto adatto ai runners senza troppe esigenze: l'ultimo prodotto della celebre serie della casa statunitense si presenta infatti con dimensioni davvero ristrette rispetto agli spesso ingombranti "colleghi" unendo le basilari funzioni degli orologi GPS a quelle delle moderne ed in voga Fitness Bands.


Il Forerunner 15, complice un estetica davvero gradevole ed un'ottima durata della batteria quando scollegato dai satelliti, può essere benissimo indossato anche come un normale orologio sportivo una volta conclusi gli allenamenti. L'ESTERNO

Il cinturino: disponibile in più colorazioni, grazie ad uno speciale rinforzo nella parte interna garantisce un aderenza ottima al polso. Ai lati troveremo i quattro tasti che ci permetteranno di navigare nei vari menù: sulla sinistra il tasto di accensione/spegnimento che servirà anche ad attivare l'illuminazione mentre inferiormente troveremo quello che scorrerà le funzioni fitness.

A destra il tasto rosso servirà principalmente ad attivare o disattivare la funzione GPS mentre quello nero ci permetterà di scorrere le varie funzioni.


Una volta acceso e settato il Forerunner 15 ci mostrerà a grandi caratteri l'orario, ed in basso la data. Nonostante uno schermo non grandissimo, 2,5cm x 2,4cm, non abbiamo avuto grandi problemi a leggere i dati durante la corsa, quando lo schermo sarà diviso a metà per consultare due delle statistiche prescelte



 

FUNZIONI GPS


Dopo aver cliccato il tasto rosso si avvierà la ricerca della posizione che in alcuni casi è stata davvero rapida mentre in altri è stata piuttosto lunga. Una volta "agganciati" al satellite potremmo iniziare la nostra corsa settando i parametri visibili in tempo reale sullo schermo: si potrà scegliere la combinazione Tempo/Distanza, Tempo/Passo, Tempo/Calorie, Passo/Distanza, Passo/Calorie e Distanza/Calorie.

Settando per esempio Tempo/Distanza si potrà comunque scorrere su una seconda pagina che mostrerà un'altra combinazione di dati. L'auto lap, settato in automatico su 1km e modificabile, mosterà il parziale degli ultimi 1000m durante la corsa avvisandovi con un suono e rimanendo visibile sullo schermo per qualche secondo. Premendo nuovamente il tasto rosso durante la corsa si interromperà l'allenamento decidendo dal menù se riprenderlo, salvarlo nella cronologia od eliminarlo.

Come accennato in precedenza il Forerunner 15 è un modello molto semplice per runner senza troppe esigenze tanto che non c'è altro da aggiungere alle sue funzioni basilari.


Tramite il "menù corsa" potremmo settare degli ausili agli allenamenti che, tramite un suono, ci guideranno: il "corri/cammina" aiuterà i principianti ad iniziare mentre gli utili "Virtual Pacer" ed "Allarme FC" ci indicheranno di un passo od una frequenza cardiaca troppo blanda od accelerata.


La funzione tuttavia più curiosa ed utile, che non avevamo mai trovato in altri modelli da noi testati, è quella dell'"Auto pausa": attivandola il Forerunner 15 si accorgerà di eventuali sbalzi, negativi, del nostro passo che con tutta probabilità indicheranno che il runner si è fermato a causa di un semaforo, un attraversamento pedonale o qualsiasi altro imprevisto.

A questo punto il Garmin andrà automaticamente in pausa per poi riprendere quando il passo tornerà sui livelli precedenti non andando così a falsare le statistiche finali dell'allenamento.

E' infine possibile utilizzare il Forerunner come un normale cronometro disattivando la funzione GPS: il grande limite di questa funzione è quello dell'assenza della funzione lap, sarà infatti possibile visualizzare un solo riferimento cronometrico.


FUNZIONI FITNESS


E' questa la grande novità inserita in questo modello: l'accelerometro permette infatti di integrare nel Forerunner 15 alcune funzioni tipiche della Vivovit, la Fitness Band di Garmin.


Indossando infatti l'orologio durante la giornata si registreranno i passi effettuati, le calorie bruciate e, basandosi sui precedenti dati, i chilometri camminati; l'obiettivo giornaliero fissato è quello dei 5400 passi, target facilmente raggiungibile per i più attivi ma impegnativo per i più pigri.


E non è tutto: se il Garmin si accorge di una persistente inattività vi inciterà con un

"Vai!" ed un suono che vi inviteranno a muovervi.


ALTRE FUNZIONI

La confezione del Forerunner 15 è dotata anche del cardiofrequenzimetro toracico, oggetto che durante il nostro test non abbiamo mai utilizzato e che l'azienda probabilmente nelle prossime versioni abolirà in favore dei più moderni e meno ingombranti sensori integrati.


In ogni caso indossando la fascia è possibile visualizzare sullo schermo i battiti al minuto mentre se non andremo a modificare dal menù le zone limite esse verranno calcolate automaticamente in base ai dati anagrafici inseriti nel profilo al momento del settaggio.


Ogni volta che si stabilirà un nuovo "record" (5km, 10km, durata), il Forerunner ci avviserà una volta stoppato l'allenamento.


DATI

Tramite il dock usb, che ci servirà anche a ricaricare il Forerunner 15, potremo scaricare i dati dei nostri allenamenti e consultare una miriade di statistiche nella community Garmin, dove saranno possibili anche le interazioni con gli altri utenti.

Si potrà scegliere di navigare nella nuova dashboard, dove in un unica schermata comparirà tutto lo storico delle nostre corse, od in quella vecchia, dove si potranno selezionare le singole sessioni e visualizzare i dati completi.


CONCLUSIONI


Il Garmin Forerunner 15 durante il nostro periodo di prova si è dimostrato un valido compagno di allenamenti: prezzo e dimensioni contenuti che soddisfano tutti i runner che si accontentano delle funzioni basilari di un GPS e che non necessitano di ulteriori settaggi durante le loro corse.


La semplicità dei menù e la facilità di lettura sono un punto di forza dell'oggetto che potranno accontentare anche tutti gli atleti non abituati all'utilizzo di GPS.

La mancanza di funzioni "evolute", presenti ma spesso inutilizzate negli altri modelli, sono invece l'unico difetto anche se c'è da dire che, e si capisce dall'introduzione delle funzioni fitness, il Forerunner 15 non nasce per soddisfare i runners evoluti, alla quale sono dedicati i modelli superiori di Garmin.

Da rivedere infine la modalità di segnalazione degli obiettivi: per runner abituati a correre con la musica od in luoghi rumorosi sarà difficile accorgersi dei suoni emanati dall'oggetto, come per esempio quello che ci indica il parziale chilometrico; l'inserimento della vibrazione, cosi come fatto da alcune case concorrenti, renderebbe il Forerunner 15 ancora più completo.