Dogi’s Half Marathon

Presentato ufficialmente l’evento del 3 aprile: superati i duemila iscritti, africani favoriti per la vittoria

Uno spettacolo di corsa, lungo 21 chilometri, nell’affascinante cornice della Riviera del Brenta. Inizia il conto alla rovescia per la 19^ Maratonina dei Dogi – o Dogi’s Half Marathon – che domenica 3 aprile debutterà nel calendario internazionale con la prospettiva di un nuovo record di partecipazione: ad oltre due settimane dall’evento, gli iscritti hanno infatti già superato quota duemila. Mezza maratona, ma non solo: tanti i contenuti che fanno della Dogi’s Half Marathon uno degli eventi più attesi di primavera. Organizza l’Atletica Riviera del Brenta, club tra i più attivi nel panorama dell’atletica veneziana. Ieri sera, alla sede Ascom di Oriago di Mira, la presentazione ufficiale.    

 

TOP RUNNERS – Gli africani sono i favoriti dell’edizione 2016 della Dogi’s Half Marathon. Atleti con il miglior accredito, i keniani Alfred Kimeli Ronoh (1h01’59” di record personale) e Paul Kariuki Mwangi (1h02’20”). Annunciati anche il connazionale Henry Kimtai Kibet (1h03’17”), l’etiope Damte Kuashu Taye, reduce dalla vittoria nella Treviso Half Marathon in 1h03’52”, e il marocchino Mohamed Raphael Tahary (1h02’55”). Tra i migliori italiani, Lucio Sacchet, Diego Avon, Edgardo Confessa e i veneziani Giorgio Zanta e Michele Gobbo.  In campo femminile, pronostico per la vicecampionessa mondiale 2014 di corsa montagna, la keniana Lucy Wambui Murigi (1h10’52”), e per la connazionale Caroline Cherono (1h13’57”). Puntano ad un piazzamento di rilievo anche la slovena Aleksandra Fortin e la veneziana Alessia Danieli. A rischio, sia nella prova maschile che in quella femminile, i record del percorso: l’1h02’19” realizzato dal keniano Daniel Ngeny Cheruiyot nell’ormai lontano 2000 e l’1h10’57” stabilito l’anno scorso dalla connazionale Hellen Jepkurgat.        


TROFEO BRAGATO - La Dogi’s Half Marathon coinciderà con la terza edizione del Trofeo Bragato, una gara dedicata a tutte le società che si presenteranno al via con almeno dieci atleti. Silvano Bragato era un podista dell’Atletica Riviera del Brenta che ha praticato la corsa sino ad oltre 90 anni, un uomo guida per tutto il team. La Dogi’s Half Marathon lo ricorda con un trofeo che premierà la squadra tecnicamente più forte, quella che otterrà il miglior tempo complessivo sulla base della somma delle migliori dieci prestazioni cronometriche realizzate dai suoi atleti. In palio, per la squadra vincitrice, dieci iscrizioni gratuite per l’edizione 2017 della Dogi’s Half Marathon. A partire con il pettorale gratuito, quest’anno, dieci componenti della società Amatori Atletica Chirignago, team arrivato al secondo posto nel Trofeo Bragato 2015 alle spalle dell’Atletica Riviera del Brenta, che ha poi ceduto il premio a chi occupava la piazza d’onore.

 

EXPO ED EVENTI COLLATERALI - La Dogi’s Half Marathon sarà inserita in un fine settimana ricco di eventi che avrà come baricentro Dolo, dove saranno collocati partenza e arrivo della mezza maratona. Sabato 2 aprile, alle 14.30, in Piazza Cantiere, aprirà l’Expo, che oltre ad essere sede della consegna dei pettorali e del pacco gara, ospiterà gli stand di una cinquantina di aziende legate al mondo dello sport e del tempo libero. All’Expo si svolgeranno anche esibizioni di Strike, una nuova disciplina sportiva in cui vengono messi in pratica esercizi dinamici e di forza ispirati alle tecniche yoga e di bilanciamento posturale, e lezioni di Nordic Walking.  A Dolo è anche in programma anche l’ormai classica Corsa sui tacchi. Requisito indispensabile: un tacco di almeno 10 centimetri. E una buona dose di autoironia. Organizzata da Confcommercio Riviera del Brenta e Terziario Donna, la Corsa sui tacchi sarà un momento glamour e divertente dedicato a tutte le donne. L’occasione per incontrarsi e sorridere di sé stesse, ma anche per riflettere e approfondire temi di vita quotidiana.

 

I PACERS - Diciotto angeli custodi per fare della Dogis Half Marathon un’esperienza ancora più divertente. Anche quest’anno, alla maratonina dei Dogi, funzionerà un servizio di pacers per gli atleti che parteciperanno alla gara con un obiettivo cronometrico prefissato. Nove le fasce di ritmo: da 1 ora 20’ a 2 ore. Un intervallo di tempo ampio, in modo da coinvolgere atleti di ogni livello e preparazione. La scelta dei pacers è stata affidata all’associazione Libere di correre. Ecco i pacers della Dogi’s Half Marathon 2016. 1h20- Roberto Doni e Andrea Cognolato. 1h25 - Paolo Donà e Federico Trivellin. 1h30- Daria Legnaro e Davide Greco. 1h35 - Erica Bernardello e Roberto Brigo. 1h40 - Erika Buoso e Severino Milani. 1h45- Orietta Noce e Francesco Mastrangelo. 1h50 - Angela Varotto e Alessandro Longo. 1h55 - Simonetta Dal Corso e Ferdinando Busato. 2h00 - Irene Pangrazi e Dario Cognolato.

 

IL PERCORSO - La Dogi's Half Marathon attraversa il territorio di quattro Comuni: Dolo, Fiesso d’Artico, Stra e Mira. Ogni anno il suo suggestivo tracciato, accompagnato dall’acqua e incorniciato da splendide ville venete, ruota partenza e arrivo tra i principali centri della Riviera del Brenta, offrendo agli atleti la sensazione di correre su un percorso sempre nuovo. L’edizione 2016 partirà e arriverà a Dolo, nella magica cornice di Piazza Cantiere, proprio di fronte ai famosi mulini e davanti alle acque del Naviglio Brenta. Una sede di particolare fascino per un evento che si avvia all’edizione del ventennale, prevista nel 2017, con grandi ambizioni.

 

NORDIC WALKING - L’anno scorso l’esordio, quest’anno il bis. La Dogi’s Half Marathon sarà aperta anche al Nordic Walking. La prova dedicata gli appassionati della “camminata nordica” si svolgerà sulla distanza di 12 km, lungo un tracciato condiviso con la mezza maratona. Di corsa o camminando con i bastoncini del Nordic Walking, il 3 aprile, alla Dogi’s Half Marathon non si può proprio mancare.