Garda Trentino Extra

Un lungo applauso alla popolazione dell’Emilia Romagna apre Gtt Extra, il via stamani in centro ad Arco con una cinquantina in gara lungo 150 km

Foto di Fabio Galas


Un lungo scrociante applauso dedicato alle sfortunate popolazioni dell’Emilia Romagna, in questi giorni pesantemente colpite dal maltempo, ha accompagnato la partenza di Garda Trentino Trail Extra, l’ultratrail di 150 Km che oggi ad Arco, nell’Alto Garda Trentino, ha aperto la tre giornate di gara che porteranno quasi duemila concorrenti a percorrere i crinali delle vette che avvolgono l’Alto Garda Trentino e la Valle di Ledro. Domani spazio al classico trittico dei tre laghi formato dall’ammiraglia Garda Trentino Trail (partenza ore 8.00 da Riva del Garda ed arrivo ad Arco, 62Km con 3800 metri circa di dislivello), il Ledro Trail (partenza 11.30 da Ledro, arrivo ad Arco dopo 44Km con 2400 metri circa di dislivello) ed il Tenno Trail (partenza ed arrivo ad Arco con 30Km e 1600 metri di dislivello, partenza ore 10.00). Infine domenica mattina si correrà la Garda Trentino Run sul tracciato di 11Km disegnato attorno alla città di Arco e un dislivello di circa 600 metri.


L’edizione di GTT 2023 è stata aperta dalla cerimonia di inaugurazione della rinnovata EXPO con la presenza di prestigiose aziende del settore e dal debutto della GTT Extra ovvero l’ultratrail di 150Km con 10.000 metri di dislivello. Una cinquantina di impavidi atleti sono scattati da piazzale Segantini per farvi ritorno tra sabato e domenica dopo aver toccato le vette delle cime di oltre 2.000 metri che abbracciano il Garda Trentino: dal versante est il Monte Stivo ed il Monte Altissimo alla zona ovest con la salita della Ponale, il lungo passaggio in Valle di Ledro e il rientro dal Rifugio Pernici. Il tutto in totale autosufficienza e tre punti di assistenza a Mori, Torbole e Tiarno.


Durante la cerimonia di inaugurazione il presidente del C.O. Matteo Paternostro e l’assessore comunale allo Sport Dario Ioppi hanno espresso sentimenti di vicinanza e di solidarietà alle popolazioni dell’Emilia Romagna e ricordato l’impegno del centinaio di vigili del fuoco volontari del Trentino al lavoro nelle zone alluvionate. Oggi sono grandi protagonisti nell’aiutare chi in questo momento soffre in situazioni drammatiche ma sono sempre pronti a mettere lo stesso impegno - ha detto Paternostro - per permettere il regolare svolgimento in Trentino di eventi e manifestazioni sportive come il nostro Garda Trentino Trail. La solidarietà e la condivisione sono nel Dna del volontariato trentino”. Sono 300 i volontari coinvolti nell’ottava GTT.


E mentre Paternostro ha evidenziato la volontà di Garda Trentino Trail di crescere anno dopo anno sul piano tecnico e su quello organizzativo – la novità di quest’anno per la Extra è stata la nascita di una task force media per consentire agli appassionati di seguire la gara in una semidiretta sui social e all’arrivo in piazzale Segantini – l’assessore Ioppi ha ricordato come Arco sia sempre più una capitale del running grazie all’impegno di GTT, dell’Atletica Alto Garda Ledro e della Garda Trentino Half Marathon del prossimo novembre.


I PROTAGONISTI | GTT EXTRA DI LUSSO – Sin dalle prime battute la gara si è rivelata velocissima con una media oraria nettamente superiore a quelle previste dal C.O. In gara vi sono nomi di assoluto valore a partire da Petter Restorp, il campione svedese di casa a Chamonix e già a proprio agio anche sui monti gardesani. Lo scandinavo vanta una presenta nel 2021 sul podio del Tor des Geants, gara cult per gli specialisti del'ultratrail. Ma al comando vi è il padrone di casa Marco Gubert, vincitore della TransGranCanaria 2021 nonché tra gli ideatori e tracciatori del percorso di GTT Extra. Con lo svedese ad inseguire sono l’altoatesino Alexander Rabensteiner (tra le altre cose in passato già vincitore del Dolomites Ultra Trail, del Tuscany Crossing Trail, e dell’UtraTrail Via degli Dei) e il tedesco Florian Probst. Tra le donne nettamente al comando è la lituana Monika Mile. Da segnalare la partecipazione delle due atlete tedesche Magdalena Kalus e Monika Mile, influencer seguite su Instagram da centinaia di migliaia di appassionati.


I partecipanti a GTT Extra potranno contare durante la gara sulla propria dotazione personale, sul tracciato fornito dal Comitato organizzatore e sulle tre basi-vita dislocate lungo il tracciato nei centro di Mori (dopo la salita sullo Stivo e prima di affrontare il Monte Altissimo), di Nago (dopo la discesa dall’Altissimo) e di Tiarno di Sopra, prima di affrontare l’ascesa sulle Alpi di Ledro. Qui potranno approfittare del pasto caldo ed eventualmente riposare sulle brande appositamente predisposte.


GTT: La prossimità con i Campionati Mondiali di corsa in montagna e Trail di Innsbruck e la concomitanza con i campionati italiani di trial corto hanno portato ad una sorta di dispersione dei big sulle medie distanze ma tra gli iscritti a Garda Trentino Trail spiccano le presenze di alcuni vincitori del recente passato. È il caso della piemontese Alessia Scaini, già campionessa italiana e nel giro azzurro, pronta a ripetersi nella Garda Trentino Run dopo il successo del 2022, giunto quasi a “benedire” il suo approdo professionale ad Arco, da poco più di un anno sua casa. Anche i trentini Christian Modena ed Enrico Cozzini hanno già potuto alzare le mani negli eventi marchiati Garda Trentino Trail e saranno della partita anche sabato 20 maggio rispettivamente nel Ledro Trail e nel Tenno Trail. Notevole ed in netta crescita rispetto al passato l’affluenza di atleti stranieri, grazie alla partnership con l’agenzia elvetica di cronometraggio DataSport che ha consentito una maggiore diffusione dell’evento nel resto del continente europeo e non solo. Come detto oltre 1.700 i concorrenti in totale al via al via.