Bergamo21

Duelli per la vittoria tra Antonino Lollo e Nicola Bonzi e Sara Galimberti e Alice Gaggi sulla 21,097 km, tanti i favoriti sui 10km

Foto di Phototoday


Sale l’adrenalina per una sfida che si preannuncia tiratissima fino all’ultimo chilometro. La BigMat Bergamo21 promette spettacolo, grazie ai tanti top runner e agli oltre 3.500 runner che hanno deciso di schierarsi al via. Domenica 4 febbraio 2024, insomma, ci sarà da correre e da divertirsi.

BigMat Bergamo21, l’evento che apre ufficialmente l’anno agonistico di FollowYourPassion, si disputerà distanze: la mezza maratona (21,097 km), che potrà essere corsa anche con formula a staffetta, e la 10 km competitiva e non. A inaugurare la giornata, sulle strade veloci della città bassa, saranno i runner della distanza più corta, con partenza alle 9:00, seguiti dai partecipanti alla 21 km (9:40) e dalle staffette (9:45). Partenza e arrivo sono in centro. Due gare dall’alto valore tecnico, grazie alla presenza di molti atleti di ottimo livello. (STRADE CHIUSE E DIVIETI - PERCORSO STRADA PER STRADA)


MEZZA MARATONA, TOP RUNNER – Sui 21,097 km sono tre gli atleti che partono con i favori del pronostico: Antonino Lollo (GP Alpinistico Vertovese), campione assoluto di maratona Fidal nel 2021, che conosce bene “gioie e dolori” del percorso, avendolo affrontato già due volte: nel 2022, quando vinse, e nel 2023, quando chiuse in seconda posizione. Vanta un personale sulla distanza di 1:03’29” fatto registrare alla RomaOstia del 2022; Nicola Bonzi (Atl. Valle Brembana), argento agli Italiani di maratona 2023 e che ha un crono di 1:04’51” alla mezza di Cremona 2021 e che già si è fatto valere negli eventi targati FollowYourPassion con un terzo posto nella 10 km di Bergamo21 nel 2018; e Michele Palamini, fortissimo outsider e maglia azzurra in maratona, con un personale sulla mezza di 1:03’44”, stabilito a Cremona lo scorso anno.


Hanno tutte le carte in regola per dire la loro Massimiliano Zanaboni (Atl. Valli Bergamasche Leffe), nazionale di corsa in montagna che sulla 21 km ha un personale di 1:05’39”, oltre a una terza piazza proprio alla Bergamo21 del 2018; Marco Corti, triatleta dello Zerotrenta Triathlon Brescia, frequentatore assiduo degli eventi FollowYourPassion (quarto alla 10 km della Bergamo21 2023, sesto alla 10 km della Monza21 2022 e 2023, quarto alla 10 km della Milano21 2021 e secondo alla Milano21 2022, gara che ha chiuso in 1:07’43”, suo personale); Stefano Ghenda (Trevisatletica), 1:08’07” alla mezza di Treviso 2021 e terzo alla 10 km della Milano21 2023. Occhi puntati anche su Matteo Montanari (Atl. Susa Adriano Aschieris), vicecampione italiano di triathlon medio nel 2022, al debutto sui 21,097 km.


Al femminile si preannuncia il duello tra Alice Gaggi (La Recastello Radici Group), nazionale di corsa in montagna e forte dell’1:13’40” sulla mezza e Sara Galimberti (DK Runners), prima e terza nella 10 km della Milano21 rispettivamente nel 2017 e 2019 e seconda alla Milano 21 del 2022, atleta che sempre nella città della Madonnina, ma sui 21,097 km, nel 2015, ha fermato i cronometri a 1:13’42” Terzo incomodo, la rumena e olimpica a Rio 2016, Paula Todoran, che proprio in Italia ha strappato il suo personal best di 1:12’59”. La mezza maratona è proprio la sua specialità come testimoniano i titoli di campionessa nazionale del 2010 e 2015 accanto ai quali va ricordato anche quello di campionessa nazionale sui 10.000 m nel 2011. Ancora, Loretta Bettin (Atl. Paratico), che si presenta al via con un primato personale di 1:20’14” fatto segnare a Verona 2023; e Nadine De La Cruz Aguirre (GS Il Fiorino), che può contare sull’1:20’14” ottenuto a Catania 2021.


10K, TOP RUNNER – Sulla linea di partenza spiccano diverse maglie azzurre della corsa in montagna. Sulla carta, il favorito per la vittoria della 10 km pare essere Xavier Chevrier (Atl. Valli Bergamasche Leffe), che ha fermato il cronometro a 29’03” proprio a Bergamo nel 2022, edizione dalla quale detiene il primato del percorso. È sfida tra valli bergamasche con i tre portacolori dell’Atletica Valle Brembana: Pietro Sonzogni, vincitore della 10 km della Bergamo21 lo scorso anno e con un primato personale di 29’18” a Crema 2022; Francesco Puppi, uno dei migliori interpreti italiani e internazionali del mountain running e trail running capace delle medaglie di bronzo ai Campionati Europei di corsa in montagna del 2017 e quella di argento ai Campionati Mondiali di trail nel 2022. Per Puppi il miglior crono sulla distanza è quello fatto segnare a Magenta nel 2020 con 29’48”; e Matteo Bonzi, settimo alla 10 km della Bergamo21 2023, vincitore della 10km Monza21 2022.


Non starà certo a guardare un altro nazionale della corsa in montagna, Andrea Elia (La Recastello Radici Group) con un personale di 30’30”.


Ricchissima anche la sfida in rosa tra le azzurre di corsa in montagna Vivien Bonzi (La Recastello Radici Group), lo scorso anno al personale sulla distanza a Calimera dove ha terminato le sue fatiche in 34’26”, Gloria Giudici (Atl. Valle Brembana), vincitrice dell’ultima edizione della 10 km alla Milano21, che vanta il crono di 35’09” stabilito a Varese nel 2022, Barbara Bani (Atl. Rodengo Saiano Mico), che porta in dote il suo miglior tempo di 35’52” da Stezzano nel 2022, è la slovacca Lucia Pelikanova, con un 35’40” sulla distanza a Strážske 2022.


SABATO 3 FEBBRAIO, URBAN NIGHT TRAIL – Sabato 3 febbraio, la Città Alta, con i suoi vicoli e le mura veneziane del XVI secolo Patrimonio UNESCO, accoglierà invece i runner dell’Urban Night Trail, 12,5 i chilometri da percorrere. Partenza alle 18:00.