White Marble Marathon

Khalid Jbari vince la White Marble Marathon 2024, al femminile successo di Camilla Magliano: tutti i risultati

Foto di Organizzatori


Grande partecipazione di pubblico questa mattina a Marina di Carrara per la settima edizione della White Marble Marathon. L’evento sportivo, organizzato dalla World Running Academy di Paolo Barghini con il supporto della Fondazione Marmo Onlus, ha visto quest’anno ai nastri di partenza 1550 corridori provenienti da ogni parte del mondo, pronti a confrontarsi in una maratona che è ormai diventata uno degli appuntamenti più attesi del calendario internazionale. Il percorso 2024 è stato praticamente lo stesso della precedente edizione, con un circuito costiero distribuito tra Marina di Carrara, Marina di Massa, il Cinquale e un piccolo tratto di Forte dei Marmi. Quattro le gare effettuate: la White Marble Marathon da 42 chilometri, la Marble Hero da 30 chilometri, la Half Marathon da 21 chilometri e la 10 chilometri per Davide, introdotta da un paio di edizioni in memoria del podista carrarese Davide Genovesi, scomparso dopo una malattia. 


Una bella giornata con temperature primaverili ha fatto da cornice alle tantissime persone accorse sul viale Colombo di Marina di Carrara già alla partenza delle nove e lungo tutto il percorso costiero fino a Forte dei Marmi. Ai nastri di partenza 1550 corridori di tutte le età.


Saluto istituzionale alla partenza per l’assessore allo sport del Comune di Carrara Lara Benfatto, l’assessore allo sport del Comune di Massa Roberto Acerbo e il presidente della Provincia e sindaco di Montignoso Gianni Lorenzetti, che hanno lodato l’iniziativa ricordando l’importanza della coesione e dei valori dello sport. 


Dopo la partenza, accompagnata dal calore del pubblico, dalla musica e dalla compagnia dello speaker che ha aggiornato sull’andamento della gara, il gruppo dei partecipanti ha cominciato subito a sgranarsi e creare una lunga coda che ha occupato per qualche ora tutta la fascia costiera apuo-versiliese, colorandola e animandola come poche altre volte durante l’anno. I primi a tagliare il traguardo sono stati gli atleti impegnati nelle gare dei 10 e dei 21 chilometri, seguiti in tarda mattinata dagli arrivi della 30 chilometri e della 42 chilometri. 


ISCRIVITI AI NOSTRI SERVIZI GRATUITI:  CANALE WHATSAPP - TELEGRAM - NEWSLETTER




Foto di Organizzatori

Foto di Organizzatori

Vincitore della maratona da 42 chilometri maschile è Khalid Jbari che chiude davanti a Jean Baptiste Simukeka e Andrea Massimiliano Milani. Nella 42 chilometri femminile successo per Camilla Magliano, seconda Silvia Torricelli e terza Majidae Sohn. Primo posto nella Marble Hero da 30 chilometri maschile per Mirko Dolci davanti ad Antonio Solano e Massimo Farnararo. Nelle donne della 30 vince Cecilia Basso davanti ad Elisa Russo e Anna Bardelli.


Nella Half Marathon intermedia di 21 chilometri, successo maschile di Michele Sarzilla davanti a Marco Ercoli e Andrea Fois. Nell’intermedia femminile la vincitrice è Emily Cheroben, seconda Margherita Cibei e terza Rosa Alfieri. Nella 21 chilometri non competitiva vittoria di Gaspar Riveros


Infine, nella 10 km per Davide, successo maschile di Roberto Delorenzi davanti a Francesco Mazza e Girma Castelli; nel gruppo femminile della 10 chilometri vince invece Benedetta Coliva che chiude davanti a Sara Carnicelli e Alice Franceschini. Nella novità di quest’anno, la Love Run, vittoria di Marco Calamari.


Ai partecipanti giunti al traguardo sono state consegnate, come nella tradizione della White Marble Marathon, delle medaglie pregiate. Pezzi unici da collezione realizzati con marmo di Carrara. Agli atleti a podio sono stati consegnati anche dei piccoli trofei in marmo rappresentanti una vela. Tanti complimenti al percorso sono stati fatti da diversi atleti giunti al traguardo. Interpellati a caldo dallo speaker sulla linea di arrivo, molti corridori hanno elogiato il paesaggio e la scelta del percorso, con la promessa di tornare anche in futuro.


“Anche quest’edizione conferma gli ottimi numeri che già avevamo avuto nelle ultime Marathon – commenta il presidente della World Running Academy, Paolo Barghini - sia per le presenze in gara che per il pubblico a bordo strada. E’ sempre articolato organizzare una manifestazione come questa, visto il lavoro che va fatto per coordinare la parte sportiva con quella logistica, ma ogni volta veniamo sempre ripagati dal grande affetto del pubblico. Come in ogni nuova edizione abbiamo voluto portare in città una manifestazione di livello, con importanti atleti del panorama sportivo internazionale. Ringrazio le amministrazioni che ci hanno supportato e tutti i partner, compresa ovviamente Fondazione Marmo Onlus. Ringrazio anche gli atleti e lo staff che hanno permesso la realizzazione della manifestazione”. 


L’edizione 2024 ha potuto contare come ormai da diversi anni del fondamentale supporto della Fondazione Marmo Onlus, che riconosce all’evento una grande valenza sportiva e di promozione del territorio apuano. "La White Marble Marathon - dice la presidente della Fondazione Marmo Bernarda Franchi - è al tempo stesso una festa della città e un evento con una capacità di attrazione che va ben al di là dei confini di Carrara. Lo sport non è mai solo sport: crea integrazione e senso di comunità, come si è visto anche oggi lungo il percorso della corsa”.


Risultati completi nel link sottostante


I RISULTATI COMPLETI