Biella-Piedicavallo

Michele Fontana e Valeria Roffino vincono la 42ma edizione della Biella-Piedicavallo, a Oddone e Bonino la "Balma"

Foto di Organizzatori


vincitori annunciati hanno dominato la 42ª edizione della corsa su strada Biella-Piedicavallo “Memorial Ismar Pasteris” organizzata domenica mattina dal Gac Pettinengo: in 139 alla partenza.


Primo al traguardo con il tempo di 1h03’56” Michele Fontana, biellese in forza all’Aeronautica Militare. E’ stato insieme al vincitore 2022 Francesco Carrera (Casone Noceto) sino ad Andorno e poi tra il 6° e il 7° chilometro ha allungato deciso correndo il resto in solitaria. Il suo tempo è il 5° di sempre: resiste il record dell’anno scorso (1h02’29”) siglato dal già citato Carrera che quest’anno è salito sul secondo gradino del podio arrivando al traguardo in 1h06’05”.

Al terzo posto Paolo Boggio (Atl. Santhià, 1h13’29”), seguito da Christian Agnolin (Gac Pettinengo, 1h13’45”) e da Carlo Torello Viera (Genzianella, 1h14’04”). Questi 5 atleti sono stati premiati sul podio.


In ambito femminile Valeria Roffino (Fiamme Azzurre) conquista il suo secondo successo a Piedicavallo chiudendo i 18,6 chilometri di gara in salita (615 metri D+) in 1h18’49”, una quarantina di secondi più lenta del suo personale su questa gara, siglato nel 2018 in 1h18’18”. Il record assoluto è della burundiana Clementine Mukandanga, vincitrice in 1h14’59” nel 2021.

Roffino non ha avuto rivali: la 20enne Sofia Camoriano (Atl. Vercelli 78) ha terminato al 2° posto in 1h27’53”, seguita da Margherita De Giuli (Climb Runners, 1h30’22”), Irene Corniati (Climb Runners, 1h31’02”) e Chiara Bertino (Podistica Torino, 1h32’55”).


I primi 5 classificati si sono divisi un montepremi di 1200 euro grazie alla partnership di Gac Pettinengo con numerosi sponsor quali Sfilacciatura di Verrone, Fabbro Ramella Bon, Sergent Major, MA Service, Mazzia Cristina Serramenti, Camer8 Costruzioni e AB Bonandini. Per tutti gli iscritti un premio di partecipazione e il ristoro finale offerto da Menabrea, Lauretana, Botalla e Patti.


Gli atleti e le atlete sono stati premiati da Cleliuccia Zola, presidentessa Fidal Piemonte, e da Chiara Osella, presidentessa GAC Pettinengo.



Foto di Organizzatori

6ª BALMA-PIEDICAVALLO

VINCONO ENRICO ODDONE E MATILDE BONINO


Sono stati 104, invece, i partenti della 6ª edizione della Balma-Piedicavallo “Memorial Massimo Squizzato” che ripercorre esattamente gli ultimi 7 chilometri della gara "madre" con un dislivello positivo di ben 330 metri.


Tra gli uomini successo netto del torinese Enrico Martino Oddone (Giò 22 Rivera) con il tempo di 25'29”. Il record rimane in mano al borgosesiano Francesco Carrera che lo detiene dal 2019, unico a scendere sotto i 25 minuti: 24’58” per la precisione.

Sul podio quest'anno Nicolò Fontana (Fulgor Prato Sesia, 26'37") e Nicolò Lora Moretto (Gsa Valsesia, 26'42").


Tra le donne terza vittoria consecutiva per la biellese Matilde Bonino (Atl. Stronese Nuova NordAffari), prima a scendere sotto i 30 minuti: ha tagliato il traguardo in 29'59" abbattendo il suo stesso record che era di 30'48" siglato nel 2021. Sotto il precedente record anche la seconda classificata, Iris Baretto (Atl. Saluzzo) arrivata in 30'12”). Sul terzo gradino del podio, infine, Ana Capustin (Giannonerunning, 32'03").



PREMI DI SOCIETA'


Il trofeo per la società più numerosa in memoria di Ismar Pasteris è stato vinto dal GSA Valsesia, mentre il trofeo per la prima squadra della classifica a punti, memorial Massimo Squizzato, è andato a Climb Runners Biella che ha ricevuto una splendida scultura in ferro battuto realizzata per l'occasione da Valter Bertini, uno dei dirigenti storici del GS Pavignano, società che organizzò per prima l'evento nel lontano 1971.