Alessia Trost

La finanziera è autrice di un ottimo Pentathlon nel nuovo impianto di Padova, sfiorato il record italiano

Si apre con un insolito ma ottimo Pentathlon il 2014 di Alessia Trost che nel nuovo impianto indoor di Padova sfiora addirittura il record italiano U23.

La finanziera, campionessa mondiale junior nel 2012 a Barcellona nel salto in alto, si era cimentata da giovanissima nelle prove multiple e, analizzando i risultati odierni, il ritorno alla specialità è stato davvero positivo: primo posto assoluto davanti a specialiste come Cecilia Ricali (3°) e 4035 punti che la catapultano a poco piu di 100p dal primato italiano della Ozoeze.

La stagione è appena cominciata, quindi il dato è da prendere con le molle, ma il 4035 odierno è la quinta prestazione mondiale dell'anno, di gran lunga la migliore tra le coetanee.

La Trost si è dimostrata preparatissima non solo nel suo Alto, dove ha esordito con un proboante 1.96m, ma anche nel lungo e nei 60hs dove la 20enne di Pordenone ha fatto segnare degli ottimi 5.85m e 9"16. La prestazione è completata dal 10.76m nel peso e dal 2'38" negli 800m, risultati davvero incredibili se si pensa alla struttura dell'atleta.

Alessia dovrebbe cimentarsi nuovamente nell'Pentathlon ai Campionati Italiani di categoria.