Bavisela di Carnevale

Domenica 4 febbraio, tra le vie di Trieste, attesi 300 partecipanti per l'edizione 2024 della Bavisela di Carnevale


Trieste vuole continuare a correre sospinta dal vento di Bavisela. Dopo il successo della recente Bavisela di Natale, con 800 iscritti, l’Apd Miramar non si è fermata replicando l’appuntamento per un’altra delle festività più sentite dalla cittadinanza. Domenica 4 febbraio, con partenza alle ore 10:00 da Piazza Unità, si svolgerà la “Bavisela di Carnevale”, curata dal sodalizio presieduto da Emilio Porto con la coorganizzazione del Comune di Trieste e la collaborazione dell’Asd Trieste Atletica Aps.


L’evento, che avrà l’onore di inaugurare il programma dell’edizione 2024 dello storico Carnevale di Trieste, può contare anche sulla presenza, come main sponsor, del negozio di attrezzatture sportive TreeSport, collocato all’interno del Centro Commerciale Il Giulia. TreeSport oltre a fornire imperdibili pacchi gara agli iscritti (quota massima fissata a 300), guiderà e chiuderà il fiume festante di partecipanti in sella alle proprie biciclette.


Si prospetta dunque una grande festa, per tutte le età all’insegna del movimento, del divertimento e dei costumi carnevaleschi. Si ricorda come la Bavisela di Carnevale sia una corsa non competitiva (senza classifiche finali) e che per iscriversi si può visitare il sito ufficiale. Se la quota di 300 iscritti non verrà raggiunta si potrà acquistare il pettorale direttamente sul luogo. 


“Sono veramente entusiasta di questa nuova avventura – racconta il Presidente dell’Apd Miramar Emilio Porto – per cui ci siamo messi al lavoro. Ci sentiamo orgogliosi di poter avere uno spazio all’interno del tradizionale Carnevale di Trieste. Ringraziamo fortemente gli organizzatori per averci coinvolti. La Bavisela di Carnevale vuole essere un'occasione speciale per fondere la magia e la gioia del Carnevale con la passione per lo sport, creando un'atmosfera vivace e colorata nelle strade del centro di Trieste. Crediamo fortemente che questo appuntamento possa regalare a grandi e piccini una domenica inconsueta e divertente”.